Giovani studenti fondano un progetto per sensibilizzare alla sicurezza in rete

WhatsApp
Telegram

Luca Tornisello – EDUCATIONLINE 2.0 è il primo progetto per sensibilizzare alla prudenza in rete fondato da giovani studenti.

L’innovazione di questo gruppo, che milita per la lotta alle cattive pratiche della navigazione, consiste nel fatto che siano stati proprio dei ragazzi adolescenti tra i 16 e i 18 anni ad idearlo: un gruppo di amici che ha dato vita alla pagina Facebook “Educationline 2.0”. ( https://www.facebook.com/educationline2.0 )

Internet è ormai il mezzo di comunicazione più usato dai ragazzi, ma è anche quello con il maggior numero di rischi soprattutto per ciò che concerne il cyberbullismo e la pedopornografia online. In una società in cui risulta indispensabile navigare sul web, è fondamentale che i giovani siano consapevoli delle insidie che la Rete può nascondere, per eliminare o almeno ridurre i rischi e affinché il tempo trascorso online sia un modo costruttivo per comunicare con gli amici e informarsi sul mondo.

I tristi eventi che hanno coinvolto Tiziana Cantone, la 31enne suicidatasi per i video hard pubblicati a sua insaputa, la 16enne di Cagliari, protagonista di un video hard divenuto virale sui social e vittima di pesanti insulti, e tante altre persone negli ultimi mesi ci hanno fatto riflettere” raccontano Luca Tornisello e Assunta Vitali , giovani promotori dell’iniziativa. Ci siamo chiesti cosa potevamo fare di concreto per tentare di frenare questo triste fenomeno. Ci è venuto in mente, insieme ad altri amici e compagni, di creare una sorta di movimento di giovani e giovanissimi, con lo scopo di sensibilizzare ad un uso sicuro e responsabile dei social network, delle applicazioni e degli altri strumenti che il progresso ci ha fornito. L’idea è di educare a temi su cui famiglia e istituzioni divagano, per evitare fenomeni di bullismo dietro la tastiera o adescamento online.

Da alcuni mesi lavoriamo al progetto. Il nostro obiettivo è riuscire a raggiungere quanti più adolescenti possibile, tramite incontri mirati nelle scuole medie e con l’aiuto di psicologi ed esperti. Ma l’educazione parte dai genitori, inevitabilmente complici tramite il loro lassismo. E’ per questo che sogniamo di organizzare lezioni ed incontri per genitori, affinché, tramite l’aiuto di formatori, sappiano delineare un approccio più sicuro, costruttivo e maturo all’educazione dei proprio figli.

L’aiuto concreto che, per il momento, i ragazzi chiedono a coetanei, famiglie, insegnanti ed interessati è un “ like/mi piace ” alla Pagina Facebook ( https://www.facebook.com/educationlineo2.0 ) e una condivisione sui propri profili, in modo da far conoscere l’iniziativa a quante più persone possibili, avendo così voce più forte. Da lì partiranno tutte le iniziative (video, post, incontri e campagne di sensibilizzazione) che già bollono in pentola.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO