Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo, il concorso del Ministero che invita a riflettere

WhatsApp
Telegram

Il 1° febbraio si celebra la Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo per conservare la memoria delle vittime e promuovere la cultura della pace e del ripudio della guerra. La Giornata è stata istituita con la legge n. 9 del 25 gennaio 2017 che, all’articolo 4, prevede esplicitamente il coinvolgimento del mondo della scuola nelle celebrazioni della ricorrenza.

Per sollecitare la riflessione delle scuole in vista del 1° febbraio, il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha indetto un concorso dal titolo “1943 – 2023: i bombardamenti sui civili. Nell’80° anniversario della Guerra di Liberazione il ricordo delle vittime dei bombardamenti del 1943 e le analogie con il dramma che oggi vivono i civili che, come allora, subiscono le devastanti conseguenze dei bombardamenti”.

Il concorso è organizzato dalla Direzione Generale per lo studente, l’integrazione e l’orientamento scolastico insieme all’ANVCG ed è giunto alla sua VI edizione. Il bando di quest’anno, rivolto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, richiedeva lo studio e l’analisi, attraverso la produzione di un elaborato, di un bombardamento avvenuto in Italia durante la Seconda Guerra Mondiale e di un bombardamento relativo a conflitti recenti. Sono oltre 450 gli elaborati giunti dalle scuole di tutta Italia. La premiazione del concorso avverrà il prossimo 18 aprile, nella cornice delle celebrazioni dell’80° anniversario della fondazione dell’ANVCG.

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto