Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Giornata internazionale di Asperger: l’UdA “Uguali e diversi” per una quarta Primaria

WhatsApp
Telegram

Il termine che dà il nome alla sindrome e alla giornata internazionale prende il nome da un importante pediatra austriaco chiamato Hans Asperger, che scrisse di bambini che mostravano segni su questa specifica condizione, già nel 1944.

Cos’è la sindrome di Asperger?

La sindrome di Asperger è spesso considerata una forma ad alto funzionamento di autismo o disturbo dello spettro autistico (ASD). può causare ritardo nella maturità sociale e nel ragionamento nei bambini, le persone con l’Asperger possono avere un’intelligenza e abilità verbali superiori alla media.

Le persone con l’Asperger possono:

  • Trovare difficile esprimersi
  • Trovare difficile capire i problemi emotivi
  • Trovare difficile capire i segnali sociali e verbali
  • Lottare per il contatto visivo
  • attenersi a una routine rigida
  • Focalizzare un intenso interesse su un argomento particolare
  • Risultare essere sensibili alle luci intense o ai suoni forti.

Terapie pratiche come la terapia occupazionale, la fisioterapia, la psicologia e la logopedia possono aiutare sia i bambini che gli adulti che vivono con l’Asperger.

Ed inoltre …

Poiché la sindrome di Asperger è un disturbo dello spettro autistico, diagnosticarlo può essere complicato poiché le caratteristiche possono variare da individuo a individuo. I segni della sindrome di Asperger possono includere difficoltà a leggere il linguaggio del corpo, mancanza di segni di empatia, sviluppo di capacità motorie più tardi del solito ed essere molto sensibili. Questi segni possono essere spesso riconosciuti durante l’infanzia quando i bambini con questa condizione entrano in situazioni sociali che non hanno mai sperimentato prima.

Che cos’è la giornata internazionale di Asperger?

Il 18 febbraio di ogni anno si celebra la “Giornata Internazionale di Asperger”. La giornata mira a sensibilizzare sulla condizione dell’affetto da sindrome di Asperger, educare la popolazione in generale ed evidenziare le sfide che le persone devono affrontare con l’Asperger devono affrontare.

Quante persone sono colpite?

Nel 2015, un rapporto finanziato dalla Bill and Melinda Gates Foundation ha affermato che circa 37,2 milioni di persone in tutto il mondo sono affette dalla sindrome di Asperger.

Perché le diagnosi di autismo sono più comuni tra i ragazzi rispetto alle ragazze?

Il fatto che le diagnosi di autismo siano attualmente più comuni tra i ragazzi che tra le ragazze è un argomento che è stato studiato in più occasioni nel corso degli anni. Nel 2015, uno studio condotto dal Kennedy Krieger Institute di Baltimora ha esplorato il motivo per cui alle ragazze viene spesso diagnosticato l’autismo più tardi dei ragazzi, indagando su un registro online di 50.000 persone.

Nuova Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD-11)

Il 18 giugno 2018 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato la sua nuova Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD-11). L’ICD cataloga differenti patologie e condizioni finalizzati a fornire un linguaggio comune per comunicare e esaminare il loro sviluppo, e inoltre paragonare e condividere i dati secondo criteri standard tra ospedali, regioni in svariati periodi di tempo. A tale fine, i termini diagnostici vengono trasformati in circa 55.000 codici alfanumerici univoci.

Visione aggiornata delle diverse condizioni di salute e malattia

L’ICD-11 è il risultato di dieci anni di lavoro e subentra la precedente classificazione, pubblicata 28 anni fa, con l’intento di dare una visione aggiornata delle diverse condizioni di salute e malattia. C’è stato un coinvolgimento senza precedenti degli operatori sanitari nella preparazione di questa undicesima edizione dell’ICD. Il gruppo dell’ICD nella sede dell’OMS ha ricevuto oltre 10 000 pareri di revisione. L’ICD-11 è stato presentato all’Assemblea mondiale della sanità nel maggio 2019 per essere accolto dagli Stati membri ed entrare in vigore il 1° gennaio 2022, solo un mese fa, circa.

Cosa è cambiato nella classificazione dell’autismo dell’ICD?

L’ICD-11 aggiorna i criteri diagnostici per l’autismo, ed è adesso più in linea con il DSM-5 (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) presentato nel 2013 dall’American Psychiatric Association. Tale per dire che include, anche, la Sindrome di Asperger, il Disturbo Disintegrativo dell’Infanzia e alcuni altri disturbi dello sviluppo generalizzati, all’interno della categoria dell’’Autismo’. Per quanto riguarda le caratteristiche descritte dell’autismo, l’ICD-11 implica anche le stesse due categorie del DSM-5: difficoltà nell’interazione e nella comunicazione sociale da un lato, e interessi limitati e condotte ripetitivi dall’altro. Elimina così una terza qualità elencata nella anteriore edizione dell’ICD, riguardante i problemi linguistici. Entrambe le classificazioni segnano anche l’importanza di analizzare le sensibilità sensoriali inconsuete, che è comune tra le persone nello spettro dell’autismo.

La classificazione dell’ICD-11 fornisce linee guida dettagliate

Tuttavia, l’ICD-11 e il DSM-5 variano in parecchi modi. Ad esempio, la classificazione dell’ICD-11 fornisce linee guida dettagliate per distinguere tra autismo con e senza disabilità intellettiva. Il DSM-5, da parte sua, afferma solo che l’autismo e la disabilità intellettiva possono verificarsi contemporaneamente. L’ICD-11 include anche la perdita di competenze precedentemente acquisite come caratteristica da tenere in considerazione quando si effettua una diagnosi.

I bambini seguano o impongono regole rigide quando giocano

Per quanto riguarda l’autismo durante l’infanzia, l’ICD-11 pone meno enfasi sul tipo di gioco a cui partecipano i bambini, poiché questo può variare a seconda del paese o della cultura. Invece, si concentra maggiormente sul fatto che i bambini seguano o impongono regole rigide quando giocano, un comportamento che può essere percepito in qualsiasi cultura ed è una caratteristica comune tra le persone autistiche.

I 9 eroi con sindrome di Asperger…

Greta Thunberg

Abbiamo tutti sentito parlare di Greta Thunberg, l’adolescente svedese che ha iniziato gli scioperi globali per il clima #fridaysforfuture. Ma lo sapevi che Greta è in grado di dire la sua verità al potere anche perché ha la sindrome di Asperger. Lo descrive come un regalo. E lei ha ragione, lo è. Per tutti noi e per il futuro per cui sta lottando.

Carlo Darwin

Almeno un esperto medico ritiene che Charles Darwin, l’uomo che ha sviluppato la teoria dell’evoluzione, avesse la sindrome di Asperger. Osserva che la famosa attenzione ai dettagli e la capacità di focalizzazione di Darwin erano caratteristiche della sindrome. È probabile che questo punto di vista sia controverso quanto lo stesso Darwin…

Satoshi Tajiri

Probabilmente non hai mai sentito parlare del signor Tajiri, ma hai sicuramente sentito parlare della sua invenzione preferita: i Pokémon. L’uomo stesso è una specie di recluso e parla raramente della sua diagnosi di spettro autistico. Ma non è strano pensare che il mondo potrebbe essersi perso la sensazione Pokémon senza la creatività di questo straordinario uomo della sindrome di Asperger.

Marie Curie

Marie Curie non è stata solo la prima donna a vincere il premio Nobel per la fisica, ma anche la prima persona a vincerlo due volte (nel 1903 e nel 1911). Questi premi sono stati una ricompensa per il suo lavoro e per quello di suo marito Pierre sulle radiazioni e la radioattività. Alcune persone credono che avesse la sindrome di Asperger.

Alan Turing

Gli alleati potrebbero non aver vinto la Seconda guerra mondiale se non fosse stato per il lavoro di Alan Turing nel decifrare il codice Enigma dei nazisti. Potresti ricordare di aver visto la sua storia nel film “The Imitation Game”. Ma il mondo di oggi non sarebbe davvero lo stesso senza di lui. A volte è chiamato il “padre del computer” e ha lavorato all’inizio sull’intelligenza artificiale.

Albert Einstein

Sebbene non gli sia mai stata diagnosticata, c’è una scuola di pensiero secondo cui Albert Einstein avesse la sindrome di Asperger. Il mondo sarebbe un posto più povero se questo genio non avesse vissuto e non fosse stato in grado di pensare come ha pensato.

Bobby Fischer

Bobby Fischer, campione del mondo di scacchi, potrebbe aver avuto la sindrome di Asperger. Il suo incredibile talento negli scacchi ha attirato molte persone a giocare al gioco da tavolo. E

Vincent van Gogh

Vincent van Gogh era un artista notoriamente problematico le cui incredibili opere colorate sono diventate famose in tutto il mondo. Anche se non ha venduto un solo dipinto nella sua vita. Una delle sue opere più famose “Notte stellata” è stata dipinta dall’interno di un manicomio. Ora c’è una scuola di pensiero che ritiene che avesse la sindrome di Asperger. Questa la motivazione del suo brillante talento.

Daryl Hannah

Vi ricordate la sirena in “Splash”? L’attrice Daryl Hannah ha la sindrome di Asperger e ha aiutato molte persone attraverso le numerose campagne civiche per i diritti umani.

L’Unità di Apprendimento “Uguali e diversi”

Di particolare pregio didattico e formativo l’UdA predisposto dai docenti Silvia Pollet, Elisa D’Incà, Boito Corrado, Cassol Vania, Pellegrini Irene, Righes Maria Cristina dell’Istituto Comprensivo di Cesiomaggiore BL, denominata “Uguali e diversi: un percorso per conoscersi meglio” destinato ad una classe quarta Primaria che si allega al presente articolo.

 UDA-uguali-e-diversi

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove