Giornata in memoria delle vittime di terrorismo, Azzolina: riflettiamo con i nostri studenti sull’insensatezza della violenza

di redazione

item-thumbnail

“La Giornata in memoria delle vittime del terrorismo non dev’essere una mera ricorrenza”. Il messaggio della ministra Azzolina su Facebook.

Dobbiamo fermarci a riflettere, anche con le nostre studentesse e i nostri studenti, sull’insensatezza della violenza e del terrore mascherati da lotta politica. Conoscere le vittime e la spietatezza dei carnefici è necessario affinché non accada più.

Così com’è necessario conoscere e approfondire la dolorosa stagione culminata con l’uccisione di Aldo Moro, Presidente del Consiglio, ma, ancor prima, docente universitario e Ministro dell’Istruzione.

Attraversando le stanze del Ministero, il pensiero va spesso alla sua rettitudine e mitezza, al suo invito, rivolto ai parlamentari, nell’ultimo discorso prima del rapimento, a vivere l’oggi con coraggio e fiducia, a non rinunciare a farsi carico delle proprie responsabilità.

Penso a quelle parole, scritte di suo pugno: “Siate indipendenti. Non guardate al domani, ma al dopo domani”.

È la lezione che tutti noi dobbiamo, insieme, mettere in pratica ogni giorno: dobbiamo avere coraggio, responsabilità e sguardo rivolto al futuro. Al bene del Paese e della scuola che è una delle nostre istituzioni più preziose”.

Così su Facebook la ministra dell’istruzione Lucia Azzolina.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione