Giornata della disabilità, Azzolina: la scuola sia sempre un diritto per tutti, grazie al personale scolastico

Stampa

“Oggi è la Giornata internazionale delle persone con disabilità. Per l’occasione voglio condividere con voi un’altra storia di inclusione e di amicizia”, così la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina interviene nella giornata della disabilità.

“Luca è un bambino di Malnate (Varese) – racconta Azzolina -, ha 10 anni e frequenta la classe quinta della scuola primaria “Battisti”. La scuola è a circa centro metri da casa e Luca è affetto da tetraparesi spastica.
La mamma Emanuela ci ha raccontato: “Luca a scuola da solo non ci potrebbe andare, ma ha degli amici straordinari che passano a chiamarlo e lo aspettano per accompagnarlo a scuola, spingendo la sua carrozzina, e per tornare a casa con me o il papà che seguono più o meno da vicino. Per loro è tutto naturale: è un gesto genuino, che va oltre l’inclusione, che è semplicemente essere amici. Per questo è così importante che la scuola sia sempre un diritto per tutti. Il merito di un’inclusione così ben riuscita è dei bambini, delle famiglie, delle insegnanti e di tutto il personale scolastico che abbiamo incontrato in questi anni”.

“Anche quando la Lombardia era zona rossa, gli amici aspettavano tutti i giorni Luca all’angolo sotto casa per accompagnarlo a scuola”, continua.

“Ringrazio i genitori di Luca per aver condiviso questa storia, i suoi compagni, tutto il personale scolastico della scuola “Battisti” e delle scuole d’Italia che ogni giorno lavorano per garantire l’inclusione di tutti”, conclude la ministra.

Giornata mondiale della disabilità, Papa Francesco: no cultura dello scarto. In pandemia alcuni fanno più fatica di altri

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur