Giornata contro la violenza sulle donne, Giannelli (ANP): la scuola c’è ma non basta. Occorre creare una rete di aiuto

WhatsApp
Telegram

“La giornata mondiale contro la violenza sulle donne porta con sé riflessioni e una diffusa preoccupazione. Ci chiediamo tutti, come singoli, che cosa possiamo fare per porre fine a questa violenza, oramai quasi quotidiana. La scuola ancora una volta sente la responsabilità di agire, di dover dare un segnale forte continuando a portare in classe l’educazione alla parità tra i sessi, il rispetto delle differenze di genere, il tema del contrasto alla violenza”. Così Antonello Giannelli, Presidente ANP, interviene in occasione della giornata contro la violenza sulle donne.

Però, lo voglio dire con chiarezza – aggiunge – , la scuola non può essere lasciata sola. Servono comportamenti condivisi, esempi virtuosi che devono diventare la normalità, protezione per chi è più fragile e fatica a difendersi. Occorre creare una rete di aiuto all’interno della quale ogni individuo agisca responsabilmente denunciando episodi violenti anche per conto di chi non ha la forza di farlo. La scuola c’è ma non basta. Così come non è sufficiente parlarne oggi e poi dimenticarsene da domani.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur