Gilda: no al concorso a cattedra. “E’ illogico”

Di
WhatsApp
Telegram

red – Durante assemblea nazionale svoltasi ad Amantea, il Coordinatore della Gilda degli insegnanti, Rino Di Meglio, ha ribadito la propria contrarietà al concorso a cattedra.

red – Durante assemblea nazionale svoltasi ad Amantea, il Coordinatore della Gilda degli insegnanti, Rino Di Meglio, ha ribadito la propria contrarietà al concorso a cattedra.

Un concorso inutile e costoso in quanto ci sono a disposizione nelle graduatorie dell’amministrazione tutti docenti abilitati necessari per il funzionamento della scuola. E’ la linea emersa durante l’assemblea.

"Deve essere detto con estrema chiarezza – ha dichiarato Di Meglio – che la Gilda degli insegnanti ha difeso in passato e difenderà sempre il concorso, il concorso serio, come strumento unico per la selezione degli insegnanti. Uno strumento imposto dalla costituzione che ha impedito la chiamata diretta da parte dei Dirigenti".

"Ma il modo in cui è stato fatto questo concorso deve essere respinto. E’ un concorso illogico". Secondo il Coordinatore è necessario prima esaurire le graduatorie.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito