La Gilda Insegnanti critica la mancanza di adeguate mense scolastiche al Sud

Stampa

 Red – La Gilda degli Insegnanti interviene tramite il suo coordinatore su quanto è accaduto al piccolo Patrizio Castiglia, morto soffocato da un pezzo di mozzarella mangiando nella mensa della scuola.  

Red – La Gilda degli Insegnanti interviene tramite il suo coordinatore su quanto è accaduto al piccolo Patrizio Castiglia, morto soffocato da un pezzo di mozzarella mangiando nella mensa della scuola.

“In molte scuole, soprattutto del Sud, le situazioni delle mense sono strutturalmente intollerabili: in assenza di locali appositamente adibiti alla refezione, i bambini sono costretti a consumare i pasti sui banchi e ovunque manca il servizio medico scolastico che è fondamentale per fornire un soccorso tempestivo in caso di necessità ed evitare tragedie come quella avvenuta nella materna Minucci di Napoli”.
“Si tratta di una tragedia enorme – afferma Di Meglio – ma ha ragione l´assessore comunale all´Istruzione, Annamaria Palmieri, quando dice che non bisogna demonizzare gli insegnanti. Purtroppo molte scuole soffrono di gravi carenze strutturali: non è ammissibile che gli alunni debbano mangiare nelle stesse aule dove si svolge l´attività didattica e che gli istituti scolastici non possano contare sulla presenza di personale paramedico. Bisogna smetterla con l´improvvisazione – conclude Di Meglio – e procedere a una riorganizzazione seria e scrupolosa di strutture e servizi”.
link alla dichiarazione

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur