Gilda: estendere Ape sociale a tutti i docenti e impiegare insegnanti prossimi alla pensione come tutor

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Gilda – “Insegnare è un lavoro usurante in qualunque ordine e grado di scuola, non soltanto per le maestre dell’infanzia. Chiediamo perciò al Governo di estendere l’Ape social a tutti i docenti”. È quanto dichiara Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, che lancia una proposta per alleviare il carico di lavoro che grava sui docenti di vecchio corso prossimi alla pensione.

“Negli ultimi 5 anni precedenti la cessazione dal servizio, gli insegnanti potrebbero essere impiegati in attività di tutoraggio dei colleghi più giovani. Si tratta di un’operazione che non comporterebbe alcun onere aggiuntivo per lo Stato – spiega Di Meglio – perché basterebbe attingere dall’organico funzionale. Inoltre, si potrebbe concedere la possibilità di cumulare metà pensione e part time a tutti i docenti che si trovano nell’arco dei cinque anni dal raggiungimento del requisito pensionistico”

“Questa soluzione, già adottata in altri Paesi europei, – conclude il coordinatore nazionale della Gilda – consentirebbe di liberare rapidamente cattedre a tempo parziale, agevolando l’ingresso di insegnanti giovani e rendendo contemporaneamente meno gravoso il lavoro dei docenti più anziani vicini alla pensione”.

Roma, 15 novembre 2017

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare