Gilda degli insegnanti. Bene stabilizzazioni, ora puntiamo agli scatti

di Lalla
ipsef

Ufficio stampa Gilda degli insegnanti – ”Il piano triennale di assunzione dei precari e il rafforzamento dell’organico riguardante i docenti di sostegno sono aspetti positivi che corrispondono a nostre storiche richieste e che, dunque, accogliamo con soddisfazione. Ma sul tappeto resta ancora la questione, per noi fondamentale, degli scatti di anzianità sulla quale ci auguriamo arrivino presto risposte concrete da parte del Governo”.

Ufficio stampa Gilda degli insegnanti – ”Il piano triennale di assunzione dei precari e il rafforzamento dell’organico riguardante i docenti di sostegno sono aspetti positivi che corrispondono a nostre storiche richieste e che, dunque, accogliamo con soddisfazione. Ma sul tappeto resta ancora la questione, per noi fondamentale, degli scatti di anzianità sulla quale ci auguriamo arrivino presto risposte concrete da parte del Governo”.

Così il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, commenta i provvedimenti riguardanti il personale scolastico contenuti nel decreto approvato questa mattina dal Consiglio dei Ministri.

Di Meglio ricorda, inoltre, che restano ancora da risolvere altri gravi problemi, primi fra tutti quelli riguardanti ”quota 96” e gli inidonei.

69mila immissioni in ruolo di cui 27mila nel sostegno da subito e assunzioni per il personale ATA. Arriva un’ora in più di geografia. Novità reclutamento dirigenti.

 

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare