Gilda: 17 maggio convegno “Giù le mani dagli insegnanti. Docenti vittime di aggressioni: implicazioni civili e penali”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Gilda – “Giù le mani dagli insegnanti. Docenti vittime di aggressioni: implicazioni civili e penali” è il titolo del convegno nazionale organizzato dalla Gilda degli Insegnanti di Grosseto, in collaborazione con l’Associazione Docenti Art.33 e il Consiglio17 dell’Ordine degli avvocati di Grosseto, che si svolgerà domani, giovedì 17 maggio, dalle ore 8,30 alle ore 13,30, nell’aula magna dell’IIS “Leopoldo II di Lorena” di Grosseto (Cittadella dello studente, via dei Barberi).

All’iniziativa, che ha validità di corso di formazione, parteciperanno in qualità di relatori Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti; Laura Parlanti, avvocato del Foro di Grosseto; Simone Costanzo, consigliere dell’Ordine degli avvocati di Grosseto, Fabrizio Reberschegg, presidente dell’associazione Docenti Art.33, e Monica Buonfiglio, dirigente dell’Ufficio VII – Ambito territoriale di Grosseto.
I lavori saranno moderati da Barbara Del Dottore, coordinatrice della Gilda degli Insegnanti di Grosseto.

La drammatica escalation di violenza di cui sono vittime i docenti, bersaglio di alunni e anche di genitori, è l’epifenomeno della solitudine educativa degli insegnanti che è maturata negli ultimi decenni. Il mancato rispetto della funzione istituzionale dell’insegnante è sicuramente legato all’erosione dello spazio professionale dei docenti che una certa pedagogia e la politica scolastica hanno tenacemente perseguito. Sui profili giuridici del problema e sulle soluzioni da adottare per ripristinare il rispetto della funzione docente e del ruolo della scuola si interrogano, ognuno per la propria parte, istituzioni, docenti ed esperti di diritto.

Roma, 16 maggio 2018

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione