Giannini, “vicepresidi a novembre”. Saranno sostituiti da precari, ma danneggia soprannumerari. Secondo ANIEF, tecnicamente impossibile

WhatsApp
Telegram

Ieri il Ministro Giannini ha confermato la nostra interpretazione, l'intenzione dell'amministrazione è di assegnare gli incarichi ai vicepresidi ad anno scolastico iniziato. Sarà possibile tecnicamente?

Ieri il Ministro Giannini ha confermato la nostra interpretazione, l'intenzione dell'amministrazione è di assegnare gli incarichi ai vicepresidi ad anno scolastico iniziato. Sarà possibile tecnicamente?

Una operazione che, a prescindere dalla fattiblità, è foriera di disagi che riguarderanno tutte le scuole d'Italia.

L'assegnazione degli incarichi avverrà, secondo il Ministro, in concomitanza con le operazioni di richiesta dell'organico potenziato che saranno avviate tra il 21 settembre e il 5 ottobre. Gli incarichi dei vicepresidi, ha affermato ieri la Giannini, avverranno i primi giorni di novembre.

Tardi, ha commentato la Centemero che ha replicato alla risposta del Ministro alla sua interrogazione parlamentare. Perché ci sono molte incombenze che riguardano l'inizio dell'anno, in realzione anche ad un aumento di responsabilità legate alla riforma. Una per tutte, l'elaborazione del piano triennale, anche se ci sono operazioni pratiche che vanno dall'elaborazione degli orari dei docenti alla gestione delle scuole in reggenza.

Insomma, si prospetta un pasticcio evitabile. Da più parti, infatti, si è chiesto un intervento straordinario che facesse del 2015/16 un anno ponte e venissero assegnati gli esoneri col vecchio meccanismo abolito dalla legge di stabilità.

Se tale pasticcio non farà tracollare le scuole nel caos sarà solo perché molti docenti svolgeranno gli incarichi di vicari senza avere una nomina ufficiale. Senso del dovere sul quale si regge la scuola italiana e che negli anni ha salvato questa importante istituzione dalle inadempienze dell'amministrazione centrale. Non male per degli "abulici", come ha definito il Ministro Giannini parte del corpo docente.

L'ANIEF si spinge oltre e, Marcello Pacifico, va all'affondo “È tecnicamente impossibile che i 5mila vicari, ricacciati in classe dalla Legge di Stabilità 2015, possano tornare a ricoprire il ruolo di vice-presidi già nel mese di novembre: non ci sono i tempi materiali perché ciò possa avvenire”. C’è tuttavia un punto, nella risposta del ministro Giannini sugli incarichi a novembre, che rimane, secondo Pacifico, oscuro: perché la riforma prevede, al comma 83, che “il dirigente scolastico può individuare nell'ambito dell'organico dell'autonomia fino al 10 per cento di docenti che lo coadiuvano in attività di supporto organizzativo e didattico dell'istituzione scolastica”. "Peccato che – conclude Pacifico – questo organico è lontano dal compiersi: dire che si comporrà a novembre in tutti gli istituti è a dir poco ottimistico."

Sull'assegnazione degli esoneri ci sono poi due questioni che sono strettamente legate, una riguarda i soprannumerari, l'altra le sostituzioni.

Infatti, gli esoneri, e quindi i posti vacanti, sono stati spesso utilizzati (sebbene non in tutte le povince) come posti da utilizzare per non dover essere dislocati in più scuole. Cosa che quest'anno non sarà possibile, dato che gli esoneri saranno attivati tardi.

Inoltre, i posti lasciati liberi andranno a supplenza. Con molta probablità da quelle GaE non esaurite o dalle GI, laddove le prime saranno state svuotate dalle assunzioni. Incarichi che toglieranno ai docenti precari due mesi di stipendio, dato che si tratta di posti che potevano essere già liberati dal 1 settembre.

Vedi anche

Organico potenziato, assunzioni e collaboratori dirigenti scolastici nel 2015/16. Giannini, esoneri arriveranno a novembre

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Ultimi posti disponibili per partecipare all’incontro: “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”