Giannini “scuola flessibile per adeguarla ai giovani”. “Si ad alternanza col lavoro”

WhatsApp
Telegram

"La scuola ha bisogno di rapidità, flessibilità e adeguamento al cambiamento. Alla scuola cerchiamo di dare il fattore utilità, cioè la finalizzazione delle competenze, oltre alla formazione di base che resta il pilastro".

"La scuola ha bisogno di rapidità, flessibilità e adeguamento al cambiamento. Alla scuola cerchiamo di dare il fattore utilità, cioè la finalizzazione delle competenze, oltre alla formazione di base che resta il pilastro".

"L'obiettivo è renderla adeguata ai giovani di oggi, che devono sentirsi a loro agio non sull'ultimo vagone del cambiamento ma sulla locomotiva". Lo ha detto il ministro Giannini durante l'incontro su istruzione, occupazione e progresso organizzato da Deloitte.

Ha, inoltre, affermato che la scuola "è di fronte a tre sfide: la coesione e la mobilità sociale, l'integrazione degli alunni stranieri, che non sono più un dato congiunturale, e l'innovazione. Ed è antonimo di imparare allora c'è un problema. Il nostro obiettivo è creare una cultura dell'alternanza con il lavoro. E il giovane in azienda non deve essere considerato solo un giovane da gestire, ma il patrimonio dell'innovazione".

"Non bastano – ha concluso – un ministro e un governo per migliorare e attuare un progetto di cambiamento del sistema educativo, serve un paese. Per questo per la 'Buona scuola' abbiamo attivato e coinvolto tutte le parti".

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi