Giannini, dopo riforma anno scolastico affascinante. Il ministro, “se proteste torneranno ci confronteremo”

Di
WhatsApp
Telegram

 "Insegnanti, dirigenti scolastici, famiglie e anche studenti affronteranno con noi questa avventura cercando di vedere anche quali sono i limiti, i punti da modificare, ma mi aspetto che ci sarà un anno molto più affascinante rispetto ai molti trascorsi".

 "Insegnanti, dirigenti scolastici, famiglie e anche studenti affronteranno con noi questa avventura cercando di vedere anche quali sono i limiti, i punti da modificare, ma mi aspetto che ci sarà un anno molto più affascinante rispetto ai molti trascorsi".

Così il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, ha commentato a margine di un evento a Expo quello che sarà l'inizio a settembre del nuovo anno scolastico, il primo dopo l'approvazione della riforma de 'La buona scuola'. "Altrimenti – ha aggiunto il ministro – può darsi che la protesta, che è andata in vacanza, ritorni e ci confronteremo con essa sulla base dei fatti concreti. Primo tra tutti che le scuole a settembre avranno il doppio delle risorse per il funzionamento". Dal punto di vista tecnico il ministro si aspetta invece "un avvio anche più efficiente del passato, perché stiamo rispettando un crono programma che dettaglia ogni passaggio. Prima questo non era avvenuto ma forse perché non era stata una necessità, soprattutto in anni in cui gli insegnanti si 'tagliavano' invece che assumerli"

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff