Giannini. Dai sindacati mi aspetto confronto e non scontro sul DDL

di Giulia Boffa
ipsef

Per la riforma della scuola del governo Renzi, che inizierà il suo iter parlamentare la prossima settimana, dai sindacati "più che uno scontro mi aspetto un confronto". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, intervendo all'inaugurazione del Desi training center Lamborghini e Ducati a Sant'Agata Bolognese.

Per la riforma della scuola del governo Renzi, che inizierà il suo iter parlamentare la prossima settimana, dai sindacati "più che uno scontro mi aspetto un confronto". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, intervendo all'inaugurazione del Desi training center Lamborghini e Ducati a Sant'Agata Bolognese.

"A questo punto, rimando al merito e al dibattito parlamentare a cui parteciperò con grande assiduità. Più che lo scontro mi aspetto un confronto" ha spiegato Giannini rispondendo alle critiche arrivate dai sindacati alla riforma della scuola.

"Le risposte – secondo il ministro – sono contenute dentro il merito di questo disegno di legge. Andrà in Commissione la prossima settimana, si comincerà a discutere delle singole proposte. Io credo che i sindacati che cercano accordo troveranno delle risposte molto interessanti a cui non potranno sottrarsi". Per esempio "il capitolo scuola-lavoro va nella direzione dello sviluppo del paese e della sua efficace battaglia contro la disoccupazione giovanile e la dispersione scolastica".

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione