Giannini alla Camera, precariato: stop a guerra tra poveri

Di

red – Si è svolta oggi l’audizione del Ministro Giannini presso la VII Commissione cultura. Ribadite le linee programmatiche presentate al Senato. Un pensiero al precariato, a quella lotta tra poveri che vede contrapporsi le diverse anime della categoria.

red – Si è svolta oggi l’audizione del Ministro Giannini presso la VII Commissione cultura. Ribadite le linee programmatiche presentate al Senato. Un pensiero al precariato, a quella lotta tra poveri che vede contrapporsi le diverse anime della categoria.

Ci troviamo, ha detto il Ministro, con "una scuola afflitta da un precariato stabile ma no stabilizzato, le cui legittime aspettative di generazioni di insegnanti e professori si sono trasformate in una ingiusta guerra tra poveri: precari e tfa, docenti in ruolo e supplenti, idonei e inidonei. Un elenco inesauribile di legittime rivendicazioni."

"Alcuni – ha affermato – aspettano da anni, altri da decenni, altri erano precari quando hanno iscritto i loro figli alle elementari e adesso questi figli si stanno per diplomare o laureare e sono ancora precari."

Questo il cappello dell’intervento della Giannini alla Camera, dove ha ribadito, immutati nei contenuti, i punti cardine della sua linea programmatica.

Per averne un’idea puoi guardare il video dell’audizione

Le linee programmatiche esposta al senato, le trovi qui

Giannini. Il precariato si affronta con piano di immissioni e organico dell’autonomia. Sistema di valutazione delle scuole da settembre 2014

Precariato, no a stabilizzazione di massa, sì a doppio canale e smaltimento GaE in 10 anni. Approvata risoluzione per riapertura graduatorie

Giannini conferma abilitazione II ciclo TFA, ma poi si cambia. "Scatti di anzianità arcaici": differenziare e premiare parole chiave

Scuole aperte di pomeriggio, la Giannini rilancia: attività agli studenti, ma anche agli adulti

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite