Giannini a Roma per il forum economico Didacta: alternanza scuola- lavoro è priorità

di redazione
ipsef

“La politica della conoscenza e la politica che deve formare al meglio i nostri giovani per affrontare le sfide della cittadinanza e del mercato del lavoro sono due priorità che condividiamo pienamente con la Germania”, ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega agli Affari europei, Sandro Gozi.

“Vogliamo lavorare col governo tedesco” sul fronte dell’alternanza scuola-lavoro: “vorremmo avere da quest’anno un sistema duale avanzato anche nel nostro paese, che ricalchi il modello tedesco. Alcune esperienze sono state avviate e stanno coinvolgendo 2.500 studenti”, ha sottolineato il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini. L’occasione è il forum economico italo-tedesco “Didacta – Formazione per il futuro”, promosso oggi a Roma dalla Camera di Commercio italiana per la Germania (Itkam).

“Tutto questo chiacchiericcio del microcosmo mediatico e politico romano sull’Italia isolata, che non dialoga, che non parla con la Germania – ha detto Gozi – sono tutte sciocchezze.
Noi abbiamo un rapporto di amicizia, perché sappiamo benissimo che Italia e Germania sono due pilastri della politica europea e
devono assumersi responsabilità particolari. Questo non vuol dire essere sempre d’accordo, ma lavorare insieme quando vediamo delle priorità comuni”.

“La riforma della ‘Buona scuola’, del mercato del lavoro, del Jobs act vanno nella direzione di queste priorità”: “assieme ai tedeschi, attraverso questo forum, noi lavoriamo per rafforzare ancora di più la nostra cooperazione nel sistema che unisce mondo dell’impresa e mondo della scuola e formazione”.

Il prossimo settembre, ha annunciato il presidente di Itkam, Emanuele Gatti, “organizzeremo per la prima volta in Italia, a Firenze, la Fiera Didacta, creando così un’ulteriore piattaforma di incontro e consolidamento dei rapporti tra Italia e Germania”. Didacta, ha concluso Gozi, è “la più grande fiera internazionale della formazione professionale”: “Siamo soddisfatti” che si tenga in Italia, viste le “responsabilità che Italia e Germania hanno in tema di formazione dei giovani nel Mediterraneo e nei Balcani”.

Versione stampabile
soloformazione