Giannelli: “Senza un piano serio sui trasporti non si potrà tornare a scuola al 100%”

Stampa

“Senza un piano per trasporti e tracciamento non è ipotizzabile un ritorno a scuola al 100%. Si potrebbe pensare a riaperture differenziate dato che nei piccoli centri il problema dei trasporti è minore”.

Lo ha detto Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’e’ desta’, su Radio Cusano Campus.       

Sui possibili effetti di una chiusura prolungata delle scuole sulla socialità dei ragazzi:“Per i ragazzi più grandi grossi problemi non ne vedo. Sicuramente la situazione è più seria per quanto riguarda le fasce più giovani, perché per i bambini l’unico modo per socializzare è di stare in classe con gli altri compagni. Io credo che in questo caso, con una chiusura prolungata, potrebbero verificarsi dei danni nella costruzione di una personalità in grado di relazionarsi con i simili”. 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur