Giannelli rincara la dose: “Delocalizzare i concorsi, li bandisca la scuola come si faceva all’università”

Stampa

Hanno fatto discutere le parole del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli, a La Repubblica. Il leader dei presidi ha detto che i concorsi scuola hanno fallito, creano solo precariato ed è necessario che i presidi si scelgano i docenti. Valanghe di critiche dopo le sue parole.

“Sono d’accordo con quanto afferma il  costituzionalista Marini che ha bene interpretato il mio pensiero.  Dico: attribuiamo poteri assunzionali alle scuole attraverso la  delocalizzazione dei concorsi”. Così all’Adnkronos il presidente
dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli ed aggiunge: “sia la scuola a bandirli, come avveniva per l’università”.

Giannelli, poi commenta così la reazione del M5S (in particolare della senatrice Bianca Laura Granato), alle sue affermazioni pubblicate oggi sul quotidiano ‘La Repubblica’, afferma: Il dibattito in Italia è condizionato solo dall’ideologia. La realtà  è sotto gli occhi di tutti: è che il numero dei docenti non di ruolo  ed il precariato continuano ad aumentare. Siamo arrivati a 200mila, se continua così arriveremo a 400mila. La pretesa di risolvere con concorso nazionale ha fallito, ma non si cercano soluzioni”.

Con la delocalizzazione dei concorsi, secondo Giannelli, si avrebbero “8mila centri assunzionali. Vale a dire che – spiega – su un milione di dipendenti  scolastici, se anche 40mila ogni anno vanno in pensione, ogni scuola in media ne dovrebbe assumere cinque e sono numeri gestibili. Invece, rimandando a concorsi di centinaia di migliaia è la migliore garanzia per non farcela. Sono finti, non altro che sanatorie per stabilizzare i precari contro cui non ho nulla e che senz’altro hanno diritto pieno alla stabilizzazione”.

Leggi anche

Chiamata diretta, Pittoni annuncia: “Voteremo sì alla Camera alla sua abolizione”

Granato contro Giannelli: “Docenti scelti dai presidi? Una scelta incostituzionale ed eversiva”

Giannelli (ANP): “Basta con i concorsi pubblici, hanno fallito. I docenti fateli scegliere ai presidi”

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico