Giannelli: “In Francia lo stipendio di un docente dipende dalla valutazione dei presidi e di un ispettore. Perché non farlo anche in Italia?”

WhatsApp
Telegram

Nella puntata di “Porta a Porta” dedicata all’attualità scolastica, oltre al Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha parlato anche il presidente dell’associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli.

In particolare Giannelli è tornato sulla questione del merito e della valutazione degli insegnanti: “In Francia lo stipendio di un docente dipende dalla valutazione dei presidi e di un ispettore. Quella dei presidi è annuale, quello dell’ispettore dopo qualche anno. È un sistema normale, si fa ovunque, perché non farlo anche in Italia?”

E ancora: “C’è un problema di livello di stipendi  molto bassi e non si riesce a distinguere chi si impegna di più e chi di meno”.

WhatsApp
Telegram

Concorsi PNRR: prove scritte: 11-12 marzo infanzia e primaria, 13-19 marzo secondaria. Preparati al rush finale con EUROSOFIA