Giannelli: “Basta con la gogna mediatica contro la scuola italiana. Occorre avviare serio dibattito sul nostro sistema educativo”

WhatsApp
Telegram

“I media in questi giorni stanno ampiamente trattando il caso della famiglia finlandese che ha fatto i bagagli e ha lasciato la Sicilia a causa di una scuola ritenuta inadeguata alle necessità dei figli. Nei confronti della scuola, della dirigente e dei docenti si è scatenata una gogna mediatica, semplicistica e ingenerosa dalla quale intendo prendere le dovute distanze” lo afferma Antonello Giannelli, Presidente nazionale ANP.

Lo afferma Antonello Giannelli, Presidente nazionale ANP.

Continua Giannelli: ” Prescindendo dal caso contingente, auspico l’avvio di un serio dibattito sullo stato del nostro sistema educativo. Alla necessità di una nuova didattica abbiamo dedicato, alla vigilia delle ultime elezioni politiche, un articolato documento – “La scuola che vogliamo” – che, partendo dalla realtà delle nostre scuole delinea prospettive, avanza proposte e formula obiettivi realisticamente raggiungibili”.

Il Presidente ANP esorta: “Dobbiamo quindi lavorare tutti insieme per mettere a sistema le buone pratiche – che esistono in gran numero! – e introdurre nuovi percorsi didattici, più al passo coi tempi, che siano in grado di suscitare interesse, impegno e motivazione in alunni e studenti. Il modello finlandese, per tornare alla polemica di questi giorni, è sicuramente all’avanguardia e ha tracciato una strada da percorrere ma noi dobbiamo trovare la “via italiana” al rinnovamento della didattica, senza subalternità ideologiche e frettolose repliche“.

Concludendo, Antonello Giannelli chiarisce: “Qualunque sia la direzione che vogliamo intraprendere, non possiamo prescindere da una campagna di formazione dei docenti massiccia e capillare: non possiamo lasciare indietro nessuno. Sentiamo, mai come in questo momento, il dovere di garantire a tutti gli alunni una scuola aperta e inclusiva che li aiuti a crescere, a socializzare e a diventare sé stessi: cittadini consapevoli e capaci”.

Leggi anche

“Non bisogna generalizzare, la nostra scuola ha docenti e presidi di assoluto valore”. Valditara commenta la lettera della mamma finlandese

Mamma finlandese critica sistema scolastico italiano. I sindacati: “Non abbiamo bisogno né di esempi né di morale”

Metodo finlandese, parla il ministro: “100 anni fa eravamo poveri, ora siamo un Paese all’avanguardia. Da noi i docenti vengono pagati di più e sono rispettati” [VIDEO]

Meno compiti, materie accorpate e docente al centro della didattica. Il modello finlandese sbarca in Italia: ecco il Mof

Mamma finlandese critica il sistema scolastico italiano. C’è chi dice no: “Parole arroganti e atteggiamento da saccente”

Mamma finlandese “scappa” dall’Italia con i figli: “Il sistema scolastico italiano è povero, non ne vale la pena”. La lettera integrale

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur