Giannelli (ANP): soluzione al precariato? Assunzione diretta dei docenti dalle scuole. No sanatorie

Stampa

“La mancanza di docenti è un problema annosissimo della scuola italiana, quando io ero studente era normale. Son passati un po’ di decenni e il problema rimane”. Così Antonello Giannelli, presidente dell’ANP, durante una diretta su Orizzonte Scuola.

Ho più volte lanciato l’idea dell’assunzione diretta dei docenti da parte delle scuole, una sorta di concorso scolastico per fare in modo che non ci sia precariato– spiega Giannelli-. In questo momento abbiamo 200-250mila cattedre scoperte, abbiamo più di un quarto di docenti non di ruolo. Servirebbe un concorso da parte dello Stato che dovrebbe assumere almeno 40mila persone l’anno.

Sulle modalità di assunzione dei precari Giannelli ribadisce la contrarietà ai concorsi sanatoria e la necessità di una selezione rigorosa. “Non dobbiamo pensare soltanto agli aspetti culturali che dovrebbero essere garantiti dalla laurea. Dobbiamo fare in modo che le persone che vengono assunte siano fortemente motivate nei confronti dei nostri studenti. Docenti quindi dotati di competenze empatiche molto spinte“. “Dopo l’emergenza Covid mi auguro che troviamo il tempo per ripensare a questo sistema“, conclude.

Sarebbe un disastro“, risponde così alla proposta di Giannelli il segretario della Uil scuola, Pino Turi. “I dirigenti hanno già tante incombenze, ora anche i concorsi?“, chiede.

ANP: con lo stipendio da docente trovarsi casa a Milano significa fare la fame. Scuola non può essere ammortizzatore sociale

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur