Giannelli all’attacco: “Riprendere la didattica a distanza? Un’idea sciocca di Luca Zaia”

Stampa

“E’ stata una sciocchezza. E’ un’idea irricevibile quella del governatore Zaia. La scuola si fa in presenza, si può fare la didattica a distanza solo se ci dovesse essere un lockdown generale. Altrimenti è fonte di iniquità e mette in difficoltà studenti e famiglie”.

Così il presidente dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli sul Corriere della Sera in cui dice che “non è possibile immaginare che uno studente dell’alberghiero impari a fare la carbonara solo leggendo la ricetta senza provarla mai o che i periti tecnici o meccanici non facciano neppure un’ora in laboratorio: la scuola si è preparata per la ripresa, comprando mascherine, gel, banchi. Gli enti locali potevano comprare dei bus”.

Le scuole “hanno già scaglionato gli orari di ingresso e uscita, pensato a protocolli per la sicurezza. Bisogna che Comuni e Regioni mettano in sicurezza il trasporto pubblico”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia