Giacomo Poretti agli studenti: “Non preoccupatevi dei fallimenti e dei giudizi. E prendete la maturità”

WhatsApp
Telegram

L’orientamento degli studenti di scuola secondaria di primo grado è un passaggio fondamentale. Tanto che il Ministro Bianchi aveva pensato ad una riforma ad hoc legata al Pnrr. Ma l’orientamento può avere facce inaspettate. Come quella di Giacomo Poretti, l’attore componente del trio “Aldo, Giovanni e Giacomo”.

E allora gli alunni dell’ultimo anno delle medie De Andreis hanno partecipato a un incontro di orientamento dal titolo “Per scelta o per caso? Comunque con passione”, si legge su Vita.it.

Giacomo Poretti si è raccontato, dal suo essere un ragazzino di terza media, a fine anni Sessanta che aveva “un sacco di sogni. Sognavo di fare il calciatore, di alzare la coppa del mondo, ma anche di fare l’avvocato… Ho avuto un sacco di sogni, ma la vita è fatta di imprevisti”, ha ammesso ricordando di essere andato a lavorare in fabbrica dopo le medie e poi in ospedale “pian piano mi sono diplomato infermiere, ho preso anche il diploma da caposala e questo mi ha permesso di frequentare un corso di teatro serale…

L’attore ammette che “quello che è capitato è stato sì casuale, ma mi è piaciuto“.

Poretti fa una raccomandazione: “Non preoccupatevi dei fallimenti e dei giudizi. Non siamo nati perfetti“.

E a chi gli ha domandato se avesse mai avuto un piano B ha risposto diretto “mai avuto, arriva da solo. L’importante è che pensiate al piano A“.

Poi si lascia andare ad un suggerimento per tutti gli studenti: prendete la maturità, chiudendo l’intervento dicendo che il successo “non è garanzia di tranquillità. Non usate il successo come metro di giudizio“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur