Covid, gestione casi positivi in classe, ipotesi: in alcuni casi uso mirato dei tamponi. Lo anticipa Brusaferro (ISS): “A breve le indicazioni”

Stampa

“La prossima settimana” arriveranno “dei suggerimenti e delle raccomandazioni che possano aiutare gli operatori scolastici, gli operatori di sanità pubblica delle aziende sanitarie e anche le famiglie a trovare una via di equilibrio per permettere la didattica in presenza in sicurezza”.

Lo ha annunciato il presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, durante la conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Covid della Cabina di regia.

Sulla scuola – ha ricordato Brusaferro – c’è un gruppo di lavoro che vede coinvolto l’Istituto superiore di sanità, il ministero della Salute, il ministero dell’Istruzione e le Regioni” e attualmente “c’è una riflessione proprio su come governare la presenza di eventuali casi positivi dentro i singoli contesti scolastici e dentro le singole classi garantendo evidentemente la sicurezza con dei meccanismi di fattibilità”.

Questo – ha anticipato il presidente Iss – si può immaginare, vista la specificità del contatto scolastico, in alcune situazioni anche attraverso l’uso mirato dei tamponi che possono consentire, proprio per la specificità del contatto, di poter permettere la didattica in presenza“.

Questa è una fase in cui le Regioni stanno discutendo e questo gruppo sta verificando anche la fattibilità di alcune scelte organizzative perché – ha sottolineato – oltre all’aspetto di principio poi è importante declinarlo operativamente nel contesto territoriale e in ambito scolastico“.

Nei giorni scorsi il Ministro Bianchi aveva riportato il tema: “è già stato convocato ed è già operativo un tavolo tecnico composto dall’Istituto Superiore di Sanità, dal Ministero della Salute, dal Ministero dell’Istruzione, dalla Struttura Commissariale e dai rappresentanti di tutte le Regioni per la predisposizione di un protocollo condiviso volto a disciplinare in modo omogeneo sul territorio nazionale la gestione dei contatti di casi COVID-19 e le misure di quarantena in ambito scolastico così da raggiungere quanto Lei auspicava, una comune regolamentazione su tutto il territorio nazionale”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur