Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Geografia, mai come prima necessaria. Partiamo dal ripristino delle ore tagliate. A Macerata il 55 convegno AIIG

WhatsApp
Telegram

red – Ha fatto molto scalpore l’intervento del Ministro Profumo sull’insegnamento della religione cattolica, ma, nello stesso contesto, ha anche affrontato il tema dell’insegnamento della geografia.

red – Ha fatto molto scalpore l’intervento del Ministro Profumo sull’insegnamento della religione cattolica, ma, nello stesso contesto, ha anche affrontato il tema dell’insegnamento della geografia.

Ero in una scuola con il 50% di studenti stranieri – ha affermato il Ministro – e ho chiesto ai ragazzi come studiassero geografia. ‘Non dai libri’, mi hanno risposto, ma dai nostri compagni che ci raccontano le loro città e i loro costumi’

Una società multietnica il contatto con altre culture spinge a rivedere le modalità di insegnamento di alcune materie, su questo non possiamo che concordare con il Ministro. Ma riteniamo che quest’insegnamento debba ritrovare la sua antica collocazione, soprattutto dopo i tagli effettuati dal Ministro Gelmini.

Ricordiamo, infatti, che a seguito della “razionalizzazione” Tremonti-Gelmini, la geografia è divenuta la cenerentola della scuola, colpita soprattutto nel biennio dei Licei e negli Istituti Tecnici. Scomparsa dagli istituti Professionali. In una società dove, a seguito dello sviluppo della rete, gli spazi si sono relativizzati e il tempo si è azzerato, diventa sempre più importante l’intervento della mediazione da parte dei docenti attraverso interventi che trovino adeguati “spazi” didattici. Se dobbiamo ripensare ad un nuovo modo di fare geografia, partiamo dal ripristino delle ore

Chissà che l’intervento di Profumo non possa dare spunto in questi giorni ai in una lettera geografi dell’AIIG (Associazione Italiana Insegnanti Geografia, che fino a giorno 5 ottobre 2012 saranno impegnati a Macerata per il 55° Convegno Nazionale che ha come tema "Le Marche nella macroregione Adriatico-Ionica".

La società cambia ma l’ora di religione resta: il ministro Profumo chiarisce

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO