Geografia economica e A060/A039. Qual è la corretta attribuzione?

WhatsApp
Telegram

Prof.ssa Claudia Stecca – ITE Barozzi, Modena – Spett. Redazione, data l'innegabile e meritata autorevolezza raggiunta da Orizzonte Scuola, tutti gli operatori della scuola ai vari livelli, docenti e dirigenti scolastici in particolare, ne citano gli articoli e ciò che viene pubblicato è assunto come veritiero.

Prof.ssa Claudia Stecca – ITE Barozzi, Modena – Spett. Redazione, data l'innegabile e meritata autorevolezza raggiunta da Orizzonte Scuola, tutti gli operatori della scuola ai vari livelli, docenti e dirigenti scolastici in particolare, ne citano gli articoli e ciò che viene pubblicato è assunto come veritiero.

Sicuramente vale nella stragrande maggioranza dei casi. Immagino infatti che, a parte le lettere alla redazione, alla base ci sia il controllo delle fonti e delle informazioni, come accade per tutto il buon giornalismo. Purtroppo anche le lettere alla redazione pubblicate da voi, appunto cosi autorevoli, sono considerate vere e, quando cosi non è, possono involontariamente produrre effetti assai spiacevoli e a volte gravi.

È il caso dell'articolo di cui al link:

Riforma classi di concorso. Geografia economica solo ad A039, ma per il momento ore anche ad A060 o A050

In esso si parla delle norme attualmente in vigore per l'assegnazione delle discipline di insegnamento alle classi di concorso atipiche, in particolare di Geografia negli istituti tecnici ad indirizzo amministrativo e turistico.

Ebbene, detto articolo contiene numerosi errori, non è aggiornato, è discriminatorio e potrebbe indurre dirigenti e docenti a decisioni e ad azioni contra legem.

Invito pertanto la Redazione di Orizzonte Scuola, per onestà intellettuale e per garantire che le informazioni divulgate siano corrette, a pubblicare e in evidenza un proprio articolo che smentisca quanto affermato nella succitata lettera della prof.ssa Giovanna Onnis.

I fatti sono chiari, ma ignorati dai più, purtroppo. Le note citate nell'articolo sono state annullate da ripetute sentenza del TAR del Lazio; la magistratura le ha ritenute appunto non rispettose dei diritti e dell'esperienza acquisiti dai docenti A060.

Le sentenze del TAR a cui faccio riferimento sono la n. 7070/2013 passata in giudicato, quindi esecutiva, sentenza n. 7626/2015 sul ricorso per ottemperanza a giudicato e n. 6212/2014 che ribadisce quanto già stabilito nella citata sentenza n. 7070/2013.

L'abilitazione A060 – "Scienze naturali chimica GEOGRAFIA e microbiologia" prevede il superamento di prove concorsuali scritte, orali e pratiche sui vari temi delle discipline d'insegnamento, compresa appunto la geografia su tutti i contenuti della A039.

I docenti A060 hanno anni di esperienza nell'insegnamento della geografia negli istituti tecnici.

La classe di concorso A060 è quella con il maggior numero di perdenti posto post riforma Gelmini.

Gli abilitati A060 hanno esattamente lo stesso titolo di quelli A039 di insegnare geografia nei tecnici, senza alcun subordine, formando graduatorie unificate d'Istituto e procedendo secondo punteggio. Se ci sono ore residue di geografia in un istituto devono essere assegnate a risorse interne, A060 o A039, secondo graduatoria unificata, prima di assegnare supplenze o formare nuove cattedre A039.

La nota n. 679/2012 citata nell'articolo che prevede il subordine della 60/A rispetto alla 39/A è stata annullata dal TAR perché illegittima e discriminatoria nei confronti della 60/A.

Il contenuto delle sentenze è chiaro ma attualmente rimane in parte inapplicato, sia per disinformazione, sia per incomprensibile mancanza di volontà da parte di MIUR, USP e dirigenti scolastici, inducendo i docenti A060 a ricorrere al giudice del
lavoro per vedere riconosciuti i propri diritti e restituita la propria cattedra. A questo proposito si vedano ad esempio le sentenze del giudice del lavoro del Tribunale di Lucca che hanno accolto le disposizioni del TAR (sentenza del 17/08/2013 e sentenza del 18/7/2014).

Addirittura il TAR ha nominato un commissario ad acta (nella persona del Prefetto Gabrielli) perché il MIUR ottemperi a codeste sentenze.

Siamo decisamente stanchi di subire questa vessazione. Urge che anche voi come rivista specializzata vi impegnate a fare chiarezza in merito una volta per tutte. Sarebbe un servizio davvero utile e importante.

Cosa sarà in futuro delle classi di concorso e delle vecchie abilitazioni non è dato sapere ed è in discussione in Parlamento; oggi però la norma prevede quanto riportato in questa mia lettera, non quanto da voi pubblicato precedentemente con l'articolo succitato.

Ovviamente, allego copia delle sentenze a cui io faccio riferimento perché possiate facilmente verificarne la veridicità.

Attendo speranzosa un riscontro su Orizzonte Scuola e rimango a disposizione per qualsivoglia chiarimento in merito.

Ringrazio per l'attenzione e per la solerzia con cui agirete in merito.

Cordiali saluti.

risposta – gent.ma Prof.ssa Claudia, la ringraziamo per l'attenzione dedicata alla questione dell'attribuzione delle ore a Geografia economica.

Ci teniamo a precisare che Riforma classi di concorso. Geografia economica solo ad A039, ma per il momento ore anche ad A060 o A050 non è una lettera, ma un articolo scritto dalla Prof.ssa Giovanna Onnis.

E' stata senz'altro una dimenticanza da parte della redazione non aver messo in evidenza il contenzioso seguito alla pubblicazione e attuazione della nota Miur n. 679 del 4 maggio 2012, anche con le pronunce del giudice del lavoro, che hanno però efficacia solo tra le parti coinvolte.

Va detto però che dal punto di vista normativo l'articolo continua ad essere corretto, poichè la nota del 4 maggio 2012 continua ad essere citata esplicitamente nella circolare sugli organici 2014/15 (nota ministeriale 3119/14): “Si richiama la nota prot. n. 679 del 4 maggio 2012 relativamente all’attribuzione della ore di geografia degli indirizzi “amministrazione, finanza e marketing” e”turismo” alla classe 39/A e solo, in fase residuale, al fine di evitare la creazione di personale in esubero, anche ai titolati della 60/A. L’ora di Geografia generale ed economica prevista dall’art.5, comma 1, del decreto legge 12 settembre 2013, n. 104 convertito, con modificazione, dalla legge 8.11.2013 n.128, è assegnata alla 39/A. In fase residuale, al fine di evitare la creazione situazioni di soprannumerarietà all’interno della istituzione scolastica, tali ore possono essere assegnate anche alla 50/A e 60/A”.

Nella circolare per l'OD 2015/16 (Decreto interministeriale 6753/2015) non c'è un riferimento esplicito alla nota, ma si fa riferimento alla circolare sugli organici 2014/15 "Gli insegnamenti che confluiscono in più classi di concorso del vecchio ordinamento devono essere considerati "atipici". A tale riguardo si richiama quanto previsto nella circolare dell'anno scorso, estendendo l'attenzione a profili di equilibrio, per quest'anno, anche alle due classi di concorso C150e C520".

Questo riferimento non può, quindi, essere interpretato in modo diverso e la nota 679/2012 viene ritenuta ancora valida dal MIUR (come da lei stessa sottolineato) ed è su questa che si deve valutare l’attribuzione delle ore di Geografia in OD, a meno che non siano intervenuti pronunciamenti di ordine diverso da parte dei tribunali.

La invitiamo a portarci degli esempi, che saremmo onorati di poter pubblicare, in cui ci sia stata una diversa interpretazione della normativa da parte dei Dirigenti Scolastici, a favore della classe A060, senza l'ausilio dei giudici. Solo questo potrebbe giustificare la sua affermazione " la norma prevede quanto riportato in questa mia lettera", circostanza che non si evince dalle norme emanate dal Miur e che invece ci piacerebbe approfondire.

Per quanto riguarda la nomina del commissario ad acta, si tratta di una situazione generale, che non riguarda esclusivamente le classi di concorso oggetto dell'articolo e di cui purtroppo ad oggi non abbiamo avuto modo di vedere alcun effetto.

Ripristino orario di insegnamento negli istituti tecnici e professionali: si deve eseguire sentenza. Delega Commissario ad Acta

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur