“Genius Loci Festival”. Scade il 31 dicembre il concorso nazionale per cortometraggi riservato alle opere realizzate dalle scuole secondarie di I e II grado

WhatsApp
Telegram

Il festival è parte di un progetto didattico sul cinema che mette al centro il tema delle aree interne e fragili, dei territori e luoghi marginali e di piccole comunità nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini
per la Scuola del MiC e del MIM.

Milano, 13 dicembre 2022

Con un bando di concorso cinematografico indirizzato alle scuole di tutta Italia è stato avviato il progetto “Genius Loci. Il cinema racconta il Territorio”: entro il 31 dicembre dovranno pervenire all’indirizzo [email protected] le domande di partecipazione per cortometraggi realizzati nell’ambito di progetti didattici nella scuola secondaria di primo e secondo grado e che siano centrati sul racconto delle aree interne, delle aree fragili, dei territori e luoghi marginali e di piccole comunità. Possono partecipare cortometraggi realizzati senza limiti relativi all’anno di produzione.


Il progetto “Genius Loci” (https://keaton.eu/festival-genius-loci) nasce dall’alleanza tra keaton.eu, portale dedicato al cinema per la scuola, e il CSC-Centro Studi Cinematografici, associazione nazionale di cultura cinematografica.


Tra le opere presentate saranno selezionati i film da proiettare in sala nel Genius Loci Festival, che si terrà a maggio in Irpinia. Nella sezione concorso del festival la giuria tecnica premierà il miglior film di scuola secondaria di II grado e il migliore di scuola secondaria di I grado, mentre la giuria del pubblico premierà un film scelto da entrambe le categorie.

Ma l’evento festival, che oltre al concorso prevede una rassegna a tema e incontri con personalità della cultura, è solo un aspetto del progetto: i film saranno infatti oggetto di riflessione condivisa attraverso un articolato programma formativo che coinvolgerà, nei primi mesi del 2023, alcuni istituti scolastici della provincia di Avellino, insieme ad altri istituti della Lombardia, della Puglia e della Sicilia. Il progetto si articola in seminari didattici e laboratori pratici che ricalcheranno una parte significativa della filiera del cinema e dell’audiovisivo: la selezione dei film avverrà tramite un laboratorio durante il quale i ragazzi delle scuole irpine saranno guidati da formatori e professionisti nel lavoro di analisi delle opere pervenute; analoghe attività didattico-laboratoriali serviranno a costruire il programma del festival, curarne la realizzazione, la conduzione con interviste agli autori, la comunicazione audiovisiva e la stessa giuria tecnica, mentre la giuria del pubblico sarà affidata agli studenti delle scuole delle altre regioni.


Il Festival sarà dunque un luogo di dialogo, confronto e riflessione sui linguaggi, le forme, le tecniche scelti dai giovani per la creazione delle loro opere oltre che un luogo per riflettere su territori e luoghi marginali. L’intento del progetto “Genius Loci. Il cinema racconta il Territorio” è quello di intervenire in un’area lontana dalle grandi infrastrutture culturali, sulla base di una rete di accordi e collaborazioni che raggruppa le scuole e alcune delle principali istituzioni culturali territoriali.


La zona in cui si svolgeranno le attività in presenza previste dal progetto si trova nella parte più orientale della Provincia di Avellino, un’area periferica di alta collina con insediamenti urbani dispersi. I piccoli comuni in cui si trovano le sedi scolastiche coinvolte sono soggetti a un lento e costante spopolamento; la lontananza dai grandi hub culturali aggrava la circostanza di perifericità e isolamento che spinge spesso i giovani a un’emigrazione senza ritorno. Le scuole restano tuttavia una fondamentale infrastruttura culturale del territorio, vero e proprio presidio in costante confronto con il processo di erosione del capitale culturale e dell’identità territoriale che si accompagna allo spopolamento.

Il progetto “Genius Loci. Il cinema racconta il Territorio” coinvolge Istituti irpini comprendenti scuola primaria, secondaria di I grado e numerosi indirizzi della scuola secondaria di II grado nonché diverse centinaia di studenti. La domanda di cultura e partecipazione che questi ultimi esprimono viene messa in relazione, grazie al progetto, con analoghe domande emergenti dai giovani di diversi territori delle regioni Lombardia, Puglia e Sicilia, facenti parte di istituti scolastici coinvolti nella dimensione virtuale dell’iniziativa, ovvero come “giuria popolare” – opportunamente formata – del festival cinematografico. Al centro di questo scambio è il territorio, sia in quanto valorizzato dalla scommessa di un evento culturale orizzontale e decentrato – il festival – sia in quanto l’identità dei luoghi e la sua rappresentazione simbolica diviene oggetto privilegiato di indagine attraverso il linguaggio cinematografico.

Il progetto è stato ammesso a finanziamento in base al bando “Progetti di rilevanza territoriale” 2022 nell’ambito del progetto “Cinema e Immagini per la Scuola” promosso da MiC-Ministero della Cultura e dal MIM-Ministero dell’Istruzione e del Merito.

KEATON è la piattaforma di cinema on demand (www.keaton.eu) che propone ai docenti e agli studenti italiani film e risorse didattiche. Keaton realizza in collaborazione con Unisona (www.unisonalive.it), proiezioni speciali ed eventi live per il mondo della scuola.

CSC – Centro Studi Cinematografici è una delle nove associazioni nazionali del pubblico riconosciute dallo Stato fin dal 1966. Il CSC è promotore di iniziative e progetti finalizzati all’utilizzo della didattica e dell’analisi del linguaggio audiovisivo come strumenti di educazione all’immagine e alla lettura critica dei mass media.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi