Genitori ritirano figli dalle lezioni: la maestra è troppo assente

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I genitori di una classe seconda di una scuola di Massa non manderanno i figli a scuola alle lezioni del pomeriggio e organizzeranno presso una struttura civica attività alternative. Ce ne dà notizia La Gazzetta di Modena.

La protesta, espressa in una lettera, nasce dal fatto che i piccoli alunni non riescono ad avere una docente d’italiano stabile: lo scorso anno la supplente annuale è arrivata in ritardo, quest’anno si sono visti assegnare una maestra d’italiano di ruolo che però si è presentata con più di un mese di ritardo e che già al 25 ottobre ha decide di tornare a Sud dopo solo 8 giorni di lezione.

“Ad oggi non abbiamo un’idea di quando questa insegnante tornerà e per quanto tempo proseguirà con queste assenze a singhiozzo», scrivono i genitori.

Ciò che li preoccupa “è che questa insegnante per tutto l’anno scorso si è comportata allo stesso modo” presso un’altra scuola.

“Non ci basta – conclude la missiva – come dice la preside, che i nostri figli abbiano sempre qualcuno che li accudisca, noi li mandiamo a scuola per imparare e non per passarsi il tempo.”

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare