Genitori, familiari a scuola, protocollo sicurezza: senza Green Pass, ma flusso va ridotto. Ricorrere a comunicazione a distanza

Stampa

Approvato in via definitiva il testo del Protocollo di sicurezza 2020/21 per le scuole, finalizzato anche al miglioramento dei parametri relativi al dimensionamento scolastico e alla numerosità degli allievi per classe.

Secondo quanto previsto dal protocollo di sicurezza, va ridotto l’accesso ai visitatori a scuola. Non viene richiesto, a differenza del personale scolastico, alcuna esibizione del Green pass.

La scuola dovrà, sentiti, l’RSPP di istituto e il medico competente, elaborare un regolamento che  dovrà ispirarsi ai seguenti criteri di massima:

  • limitazione degli accessi ai casi di effettiva necessità amministrativo-gestionale ed operativa, possibilmente previa prenotazione e relativa programmazione;
  • regolare registrazione dei visitatori ammessi, con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza), dei relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso e del tempo di permanenza;
  • differenziazione, ove possibile, dei percorsi interni e dei punti di ingresso e di uscita dalla struttura;
  • predisposizione di adeguata segnaletica orizzontale sul distanziamento necessario e sui percorsi da effettuare;
  • pulizia approfondita e aerazione frequente e adeguata degli spazi;
  • accesso alla struttura attraverso l’accompagnamento da parte di un solo genitore o di persona maggiorenne delegata dai genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, nel rispetto delle regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza all’interno della struttura.

Testo del protocollo sicurezza

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione