I genitori: i docenti non devono assegnare da studiare a casa argomenti non spiegati o non capiti in classe

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Angela Nava Mambretti, presidente del coordinamento genitori democratici, è intervenuta su Repubblica sulla questione compiti a casa.

Per la Nava Mambretti è sbagliato aiutare i figli a fare i compiti ed è sbagliato far sentire in colpa i genitori che non sono in grado di farlo mentre altri hanno le competenze o la capacità economica per aiutare i figli.

Sembra, spiega, che la scuola voglia delegare il suo compito didattico ai genitori: i compiti, afferma, non devono anticipare argomenti non spiegati o non capiti in classe.

Fonte

Genitori italiani seguono i figli almeno per sette ore a settimana, ma pensano che la scuola sia peggiorata  

Compiti a casa. I genitori non devono sostituirsi ai figli nè fargli da scudo

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione