Genitori diffidano i presidi all’utilizzo delle mascherine in classe. M5S: “Assurdo, basta sfascismo”

WhatsApp
Telegram

La ripresa delle lezioni in presenza sta diventando una vera sfida per i dirigenti scolastici.

Tra misurazioni dell’ampiezza delle aule, distanziamento, mascherine e gel, consegna ritardata dei banchi monoposto e ricerca di nuovi locali, i dirigenti scolastici sono già oggetto di diffide varie da parte di famiglie che chiedono di non utilizzare le mascherine o, all’opposto, di utilizzarle sempre. Segno di una litigiosità sempre pronta a manifestarsi anche nel mondo che ruota attorno alla scuola e che è solo la punta dell’iceberg. La denuncia arriva da Paola Serafin, membro della segretaria nazionale CISL Scuola con delega per la Dirigenza Scolastica.

Arriva la risposta del Movimento Cinque Stelle, tramite il capogruppo in Commissione Cultura alla Camera, Gianluca Vacca: “Ci chiediamo chi possa essere così miope e in mala fede da provare a danneggiare questo prezioso lavoro: di sicuro non fanno l’interesse della scuola italiana. È il momento che le forze sane del Paese dicano basta a questo sfascismo”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur