Genitori criticano spesso scuola e docenti ma solo 1 su 10 ha partecipato alle elezioni dei rappresentanti di istituto

WhatsApp
Telegram

I genitori si lamentano della scuola e degli insegnanti ma non si presentano al momento di eleggere i loro rappresentanti nei consigli di istituto. Si tratta di una singolarità della scuola italiana.

A mettere in luce tale situazione controversa è il quotidiano La Repubblica, che analizza il fenomeno partendo dall’insoddisfazione che manifestano le famiglie. Insoddisfazione che spesso si trasforma in protesta e muro contro muro, con i ricorsi alla giustizia di genitori per tutelare i figli, magari perchè bocciati dalla scuola, sempre più frequenti.

Poi però, si assiste al fenomeno della latitanza al momento delle elezioni per i propri rappresentanti negli organi collegiali d’istituto dove è previsto il confronto proprio tra genitori e corpo docente. Disaffezione nei confronti della scuola o necessità di riformare la rappresentanza genitoriale in ambito scolastico?

Se si considera l’ultimo dato pubblicato dal ministero dell’Istruzione sulle elezioni 2021/2022 per il Consiglio d’istituto, a novembre del 2021 la partecipazione al voto si è fermata all’11%, poco più di un genitore su dieci.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi