Genitori contro le occupazioni delle scuole

di Giulia Boffa
ipsef

Gennaro Capodanno – Contro il caos ed il disordine che regna nella scuola, dopo l’occupazione attuata o in via d’attuazione in tante scuole di Napoli e provincia, sovente con danni alle strutture ed alle suppellettili, sono dell’avviso che debbano scendere in campo anche i genitori. 

Gennaro Capodanno – Contro il caos ed il disordine che regna nella scuola, dopo l’occupazione attuata o in via d’attuazione in tante scuole di Napoli e provincia, sovente con danni alle strutture ed alle suppellettili, sono dell’avviso che debbano scendere in campo anche i genitori. 

Siamo stufi di assistere impotenti ogni anno a questi gravi episodi, fomentati da un manipolo di scalmanati, manovrati presumibilmente per creare confusione, esponendo tanti studenti a rischi ed a conseguenze facilmente immaginabili. Sono convinto che la maggior parte dei ragazzi interessati vorrebbe tornare a fare regolarmente lezione.

Peraltro si osserva nei giovani una profonda ignoranza dei fatti per i quali viene inscenata la protesta e delle conseguenze alle quali possono andare incontro attuando iniziative palesemente illegittime. Una parte delle responsabilità va anche a chi dovrebbe educarli a comprendere l’inutilità di queste azioni e le gravi ripercussioni che esse possono generare.

Su questo grave problema, che riguarda tantissime famiglie, chiediamo che venga posta in campo immediatamente un’iniziativa forte ed autorevole dello Stato e delle sue istituzioni. A nessuno può e deve essere consentito l’interruzione immotivata di un servizio pubblico essenziale quale la scuola, con la possibilità, neppure tanto remota, di far annullare l’intero anno scolastico.

Per questo auspichiamo l’intervento delle forze dell’ordine per lo sgombero immediato di tutte le scuole, ove sono in atto illegittime forme di protesta, nonché l’intervento della stessa Magistratura penale, anche per comprendere quali effettive responsabilità si nascondano dietro queste iniziative che, da anni, con motivazioni che appaiono del tutto pretestuose, si ripetono nella scuola pubblica sistematicamente durante il periodo prenatalizio.

Versione stampabile
anief
soloformazione