I genitori appoggiano le maestre con diploma magistrale: hanno sempre cercato di scegliere la stessa sede per garantire continuità didattica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Gruppo genitori auto organizzati bolognesi in appoggio alle maestre e maestri diplomati magistrali” – Siamo come voi genitori di bambine e bambini che frequentano la scuola primaria e scuola dell’infanzia.

Da anni uno dei maggiori problemi della scuola pubblica italiana è l’alto tasso di precarietà degli insegnanti che provoca spesso la mancanza della necessaria continuità didattica lungo il percorso scolastico dei nostri figli.

Questo problema rischia di essere esasperato ed ingigantito da una recente sentenza del Consiglio di Stato che, di fatto, porterà al licenziamento di più di 50.000 maestri e maestre diplomati magistrali (circa 5.000 nella provincia di Bologna) e porterà inevitabilmente a condizioni di ancora maggiore disfunzione e precarietà all’interno della scuola.

Siamo solidali con la lotta degli insegnanti che in questi anni hanno retto la fatica della loro precaria condizione lavorativa e hanno cercato di scegliere ogni anno la stessa sede di servizio per garantire la continuità didattica ai nostri figli.

Chiediamo da subito al Governo una soluzione politica e legislativa che porti alla stabilizzazione di questi insegnanti garantendo i loro diritti di lavoratori e lavoratrici e il diritto dei nostri bambini alla continuità didattica.

Manifesteremo la nostra solidarietà e vi invitiamo a farlo rispondendo al loro invito e partecipando all’evento “Una Marcia di Luce” che si terrà sabato 10 Febbraio a Bologna.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione