Gelmini: “Ritorna la didattica digitale, ma Azzolina non ha fatto nulla. Il divario digitale tra studenti è rimasto intatto”

Stampa

“Da oggi c’è la didattica a distanza per le scuole superiori: il 75% delle lezioni sarà in Dad, ma il 30% dei ragazzi ha problemi oggettivi ad accedere all’e-learning. Un milione e mezzo di studenti già nello scorso lockdown è stato tagliato fuori. Il ministro Azzolina ha avuto tutto il tempo per impiegare risorse per garantire a tutti il diritto ad essere formati. Cosa ha fatto? Il digital divide è rimasto intatto”.

Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad “Agora’”, su RaiTre.

“Il governo deve garantire la didattica a distanza per tutti. Servono banda larga, pc e tablet: non tutte le famiglie hanno la possibilità di acquistare questi strumenti. È ovvio che tutti noi preferiamo le lezioni in presenza rispetto alla didattica a distanza, non c’è paragone ed è giustissimo il tentativo di tenere aperte le scuole. Voglio comunque ringraziare tutti gli insegnanti e tutti i dirigenti scolastici che in queste ore si stanno attrezzando per andare avanti con i programmi e per aiutare i nostri figli anche con la Dad”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia