Gb, “a.C. e d.C.” fuori dalle scuole: offensivi nei confronti degli alunni non cristiani

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Sono stati introdotti ‘era comune’ e ‘prima dell’era comune’ per mostrare sensibilità verso coloro che non sono cristiani”.

Questa la scritta che appare nei programmi di molte scuole Britanniche.

In pratica, nei libri di storia le espressioni “era comune” e “prima dell’era comune” rimpiazzeranno i tradizionali indicatori temporali “avanti Cristo” e “dopo Cristo”.

E’ quanto sta avvenendo in Gran Bretagna dove, in nome del politicamente corretto, per non offendere gli studenti di altre religioni, diversi istituti scolastici hanno già adottato la nuova terminologia, mentre altri stanno valutando se adottarla.

E mentre i rappresentanti delle comunità musulmane ed ebraiche hanno detto che non si sentivano offesi dai due termini a.C. e d.C., reazioni contrastanti arrivano dalla comunità cattolica.

Se, infatti, per il Consiglio per l’educazione religiosa è giusta la rimozione delle due espressioni suddette, di tutt’altro avviso è Lord Carey, ex arcivescovo di Canterbury, per il quale si tratta di una “grande vergogna”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione