Gavosto, FGA: riforma non sia sanatoria, non annacquare poteri dirigenti. No GI in ruolo senza concorso

WhatsApp
Telegram

Duro l'attacco di Andre Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, sulle eventuali modifiche che potrebbero essere apportate alla riforma della scuola in discussione al Senato.

Duro l'attacco di Andre Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, sulle eventuali modifiche che potrebbero essere apportate alla riforma della scuola in discussione al Senato.

Gavosto teme il percorso a Palazzo Madama, perché potrebbe annacquare "i pochi elementi d'innovazione contenuti nel ddl (a partire dai poteri dei DS)".

Secondo il direttore della FGA, come scrive in un articolo di ieri sul quotidiano "La Stampa", non resterebbe che il piano di assunzioni dei precari delle GaE , eventualmente esteso ad altri contingenti di abilitati dalle graduatorie d'istituto, che entrerebbero così in ruolo senza concorso, a dispetto di uno dei principi conclamati della Buona Scuola. Ma, allora, la Buona Scuola sarebbe solo una sanatoria o poco più".

Quindi "no alle componenti più conservatrici", ammonisce Gavosto, e "a quanti detengono rendite di posizione e pensano che la scuola sia intoccabile".

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur