Gassmann: “Sarei stato un pessimo insegnante, non ho la pazienza. Il filosofo che amo di più è Kant”

WhatsApp
Telegram

Alessandro Gassmann torna sul piccolo schermo nella serie “Un Professore 2”, in onda su Rai Uno dal 22 novembre per sei appassionanti serate.

Interpreta Dante, un insegnante di filosofia, personaggio che riesce a catturare l’attenzione del pubblico con la sua intensità e profondità. La serie, oltre a essere un successo televisivo, è un viaggio nel mondo dell’educazione, mostrando le complessità e le sfide della vita scolastica.

Gassmann, nel suo ruolo, affronta le turbolenze della vita quotidiana, tra cui la crescita del figlio Simone, interpretato da Nicolas Maupas, noto per “Mare Fuori”. La trama si arricchisce con la convivenza nella villa del protagonista insieme alla collega Anita (Claudia Pandolfi) e al figlio Manuel (Damiano Gavino, visto in “Nuovo Olimpo” su Netflix). Un elemento di svolta arriva con il ritorno dell’ex di Dante, Floriana (Christiane Filangieri), che promette di rivoluzionare gli equilibri già precari.

Nell’interpretare Dante, Gassmann trova ispirazione nel filosofo Immanuel Kant, ammirato per la sua intransigenza e profondità nel descrivere l’umanità. Kant, una figura centrale nella filosofia, emerge come il filosofo preferito dell’attore, influenzando profondamente la sua interpretazione del personaggio. L’attrazione per la filosofia si estende anche alla vita personale dell’attore, rivelando un legame emotivo con la materia.

Gassmann ammette che sarebbe stato un “pessimo professore” per la sua mancanza di pazienza, ma attraverso il personaggio di Dante, egli esplora il ruolo ideale dell’insegnante, uno che avrebbe desiderato avere durante i suoi anni scolastici.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri