Garante infanzia Calabria: Sì a telecamere. Intercettano docenti stressati

Stampa

Il sociologo Antonio Marziale, Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, è favorevole all’installazione dei sistemi di videosorveglianza negli asili e nelle scuole primarie. 

A riportare una sua dichiarazione è il sito Strill.it, dove Marziale si dice contrario al “Grande Fratello” in aula, ma si batte affinché le telecamere possano servire da ‘campanello d’allarme’ per intercettare i primi segnali di stress delle maestre dovuti all’usura emotiva.

Antonio Marziale, all’indomani dei maltrattamenti su alcuni piccini in una scuola di Lamezia Terme con cui una maestra è finita i domiciliari, ha detto: “Sono stato sempre contrario alla trasformazione della aule scolastiche in una sorta di ‘grande fratello’ e per questo ho puntato sulla prevenzione agevolando, insieme all’Ordine degli Psicologi della Calabria, l’applicazione della legge sullo Stress Lavoro Correlato. L’obiettivo è individuare eventuali disagi di qualche docente legati all’usura emotiva che il mestiere inevitabilmente cagiona ma, davanti al reiterarsi di episodi di violenza sui bambini, da oggi lavorerò affinché ogni aula di asilo e scuola primaria di primo grado sia dotata di sistemi di videosorveglianza. Viene prima la tutela dei minori e solo dopo il rispetto della privacy“.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia