Gara d’appalto: aggiudicazione, annullamento, revoca, riapertura dei termini: come realizzare un verbale

Stampa

In questo secondo articolo entriamo nel vivo della gara d’appalto soffermandoci, in primis, sull’aggiudicazione provvisoria avviene secondo i criteri e le modalità specificati nel bando e/o nella lettera di invito, ed è proclamata dal Presidente della commissione di gara al termine delle operazioni della medesima.

Pu essere derogata attribuendone carattere definitiva nel caso di espletamento pacifico e senza impedimenti della procedura di verifica delle offerte pervenute e comunque nel rispetto temporale del c.d. “Stand Still” prima della stipula di contratti di prestazione e/o fornitura, specifica, ad esempio, il regolamento della Direzione Didattica 1° Circolo “ G. Pascoli” di Erice.

L’aggiudicazione definitiva, l’annullamento, la revoca e la riapertura: come funziona

In questo L’aggiudicazione definitiva con la relativa approvazione del verbale di gara compete al Responsabile del Procedimento.

L’annullamento della gara deve essere debitamente motivato ed è giustificato solo se adottato a tutela dell’interesse pubblico.

La revoca della gara, per la natura giuridica particolare degli avvisi o inviti, che si configurano non già come offerte di contratto ma come semplici “inviti ad offrire”, è possibile per motivi di pubblico interesse.

La riapertura del termine per la presentazione delle offerte, così come la proroga del termine stesso, oltre che trovare le motivazioni in ragioni di pubblico interesse, deve essere disposta con provvedimento dello stesso Dirigente che ha la responsabilità della procedura di gara. 6. Sono previste specifiche alle schede tecniche inserite nelle Lettere di invito o Bandi di gara, nell’interesse delle Ditte stesse regolarmente invitate, mezzo avviso agli interessati, prima della scadenza dei termini di cui alla lettera di Invito o Bando di gara (entro 5gg dalla scadenza).

Offerte risultate uguali

Nel caso in cui due o più concorrenti abbiano presentato offerte uguali, specifica, ad esempio, il regolamento della Direzione Didattica 1° Circolo “ G. Pascoli” di Erice, si procederà all’individuazione dell’aggiudicatario mediante estrazione a sorte da tenersi, a discrezione del Presidente della commissione di gara, nella stessa seduta di gara, oppure, previa comunicazione e invito alle ditte interessate, in altro momento.

La disposizione è applicabile in tutte le procedure di gara che dovrebbe, lo si consiglia vivamente, essere disciplinato, da un apposito regolamento scolastico.

Compenso alle commissioni di gara

Il regolamento della Direzione Didattica 1° Circolo “ G. Pascoli” di Erice, ad esempio, suggerisce alcuni minimi e alcuni limiti:

  • se il criterio è quello del prezzo più basso (solo Commissioni interne): il compenso da corrispondere a ciascun componente della Commissione di gara è stabilito in Euro 50,00 (cinquanta/00) per ogni seduta in cui si articola il procedimento di gara e fino ad un limite massimo di € 200,00; la commissione composta da membri dell’Istituzione Scolastica e dell’Ente locale è, comunque, una commissione interna. I compensi di cui sopra saranno dovuti se, per il progetto a cui si riferisce la nomina a componente commissione è coperto da fondi ad hoc, nel caso contrario è da intendersi a titolo gratuito (anche in caso di dichiarata rinuncia dell’interessato). La specifica di quanto esposto dovrà essere inserita nella nomina all’uopo concepita.
  • se il criterio è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa:
  1. per Commissioni interne: il compenso da corrispondere a ciascun componente della Commissione di gara è stabilito in Euro 50,00 (cinquanta/00) per ogni seduta in cui si articola il procedimento di gara e fino ad un limite massimo di €
    400,00;
  2. per Commissioni esterne e miste: il compenso da corrispondere a ciascun componente della Commissione di gara stabilito nella percentuale del 0,1% dell’importo a base d’asta con il limite massimo fissato in Euro 5.000,00.

In caso di offerta economicamente più vantaggiosa e di Commissioni miste, verrà corrisposto al personale interno lo stesso compenso corrisposto ai consulenti esterni.

Corresponsione del compenso

I compensi saranno dovuti se, per il progetto a cui si riferisce la nomina a componente commissione è coperto da fondi ad hoc, nel caso contrario è da intendersi a titolo gratuito (anche in caso di dichiarata rinuncia dell’interessato) . La specifica di quanto esposto dovrà essere inserita nella nomina all’uopo concepita.

Nei casi di sorteggio – avviso manifestazione di interesse

Come prevede il regolamento della Direzione Didattica 1° Circolo “ G. Pascoli” di Erice (che abbiamo preso come modello per ogni tipologia di ragionamento in tal senso, stante la rarità d’interesse mostrato dalle scuole verso tale tipologia di argomento da regolamentare, diretta con una magistrale competenza dal dirigente scolastico professoressa Antonina Filingeri), nei casi in cui si dovesse provvedere al sorteggio per la selezione di Ditte e/o individui da invitare (es. avviso manifestazione di interesse) con successiva lettera di invito, lo stesso avverrà effettuando una numerazione progressiva all’elenco delle ditte e/o individui che hanno manifestato interesse all’avviso (in base al numero di protocollo in entrata fissato nelle buste) e riportando il corrispondente numero indicato in elenco anche nelle buste degli interessati. In seduta pubblica verranno aperte le buste con l’indicazione “scheda amministrativa” per le verifiche riguardanti il possesso dei requisiti soggettivi in capo alla ditta o al legale rappresentante, per come richiesto nell’avviso manifestazione di interesse e/o lettera di invito. I numeri corrispondenti dei candidati risultati idonei a partecipare alla selezione verranno inseriti nell’urna ai fini del sorteggio mentre i numeri corrispondenti ai candidati esclusi perché privi dei requisiti o non hanno controfirmato i documenti allegati alla domanda di partecipazione, verranno stracciati e non inseriti nell’urna. Al termine della suddetta procedura, verrà effettuato il sorteggio per i fini previsti dall’avviso. Il tutto regolarmente verbalizzato.

Il modello di verbale

Naturalmente ad ogni gara, come già sottolineato in precedenza, segue un verbale. Ve ne proponiamo uno, tipologia in uso al Liceo Statale “Niccolò Machiavelli” di Roma diretto, con una eccezionale competenza dalle prof.ssa Elena Zacchilli una perla della dirigenza scolastica.

Verbale aggiudicazione gara viaggi italia

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata