Gallone (FI): governo sostenga le scuole paritarie

Stampa

“Lo stato di emergenza serve solo al governo per continuare nel percorso dei dpcm, della fiducia a scatola chiusa, delle scelte senza condivisione. E’ inutile che il presidente Conte ci prenda in giro.

Noi come Forza Italia ribadiamo la nostra totale contrarietà ad una proroga che conferma l’uso politico del Covid. Per tutelare la salute e cercare di frenare i contagi bisogna mettere in atto azioni concrete, con regole chiare, che al momento non vediamo, da far rispettare in maniera rigorosa, anche attraverso controlli nei luoghi e nelle situazioni in cui si possono facilmente prevedere assembramenti. E invece, nel caso specifico della scuola, da quando è iniziata, i ragazzi ogni giorno rischiano il contagio costretti a viaggiare su autobus strapieni e su metropolitane che scoppiano. A questo si aggiungono le ormai note difficoltà degli istituti che sin dall’inizio hanno dovuto provvedere da soli a garantire la sicurezza degli studenti e che quotidianamente si scontrano con una complicata gestione dei contagi e l’isolamento delle singole classi”. Lo dichiara Alessandra Gallone, vicepresidente dei senatori di Forza Italia.

“Eppure – prosegue – il quadro che viene fuori dai dati resi noti da suor Anna Monia Alfieri dimostra che si poteva e si potrebbe ancora fare qualcosa. Dallo studio emerge infatti che le scuole paritarie hanno gestito la chiusura per lockdown e la riapertura in maniera puntuale ed efficace. Purtroppo però le paritarie con rette troppo basse sono state costrette a chiudere, con gravi ripercussioni su famiglie e studenti. Il governo rifletta su questo e non faccia finta di niente. Se mettesse in atto tutte le proposte che Forza Italia continua a fare per sostenere anche le paritarie, con l’introduzione del costo standard o la detrazione totale delle rette, finalmente si avrebbe un sistema scolastico omogeneo che garantirebbe la libertà di scelta educativa e un’alta qualità d’insegnamento in ogni singola scuola”, conclude Gallone.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia