Gallo (M5S): rientro a scuola prima di settembre per studenti non raggiunti da DaD

Stampa

Lo propone l’onorevole Luigi Gallo, presidente Commissione cultura alla Camera, in un ordine del giorno.

Nel documento si chiede al governo un impegno a valutare il rientro in presenza di questi studenti predisponendo un piano pensato, in questo anno scolastico, dunque prima di settembre. L’odg è stato agganciato alla Camera al Dl 19 ora in discussione in Aula alla Camera.

Nello stesso documento, si fa presente che da un monitoraggio del ministero dell’Istruzione solo il 6% degli alunni non è raggiunto dalla didattica a distanza ma ci sono altri sondaggi che rivelano cifre di esclusi ben più alte.

L’apertura delle scuole sarebbe solo per i ragazzi esclusi dalla didattica a distanza “in assoluta sicurezza e predisponendo le misure del distanziamento fisico e l’uso obbligatorio i dispositivi di protezione personale per recuperare il percorso di apprendimento interrotto e colmare eventuali gap sopraggiunti“. L’idea è che nella percentuale dei ragazzi non inclusi dalla didattica a distanza siano incluse categorie disagiate, probabilmente già in una condizione di povertà educativa e culturale.

Stampa

Eurosofia: 5 nuovi preziosi webinar formativi gratuiti per i concorsi scuola e sul nuovo Pei. Non perderteli. Registrati ora