Gallo (M5S): prima di settembre intervento ad hoc per bambini più penalizzati

Stampa

“In Italia i numeri dicono che c’è un’emergenza del 14% di dispersione scolastica su 8,3 milioni di studenti, ed oggi nessuno può dire più quanti bambini e ragazzi siano scomparsi”.

“Save The Children parla di un milione di bambini che si somma all’1,2 milioni di bambini poveri indicati nell’ultima rilevazione ISTAT. Bene ha fatto il governo ad accettare la mia proposta di un intervento supplementare prima di settembre per i bambini e i ragazzi che hanno rotto i ponti con la scuola per 100 giorni e presto una legge deve diventerà realtà e bene quindi l’aumento del fondo per le politiche della famiglia e per la povertà educativa. In Parlamento lavorerò per rendere stabile, seria e strutturale la lotta alla povertà educativa”. Così Luigi Gallo, deputato nel MoVimento 5 Stelle e presidente in commissione Cultura, in un post sul suo profilo Fb.

“Di fronte a questo cataclisma solo un’alleanza con il futuro con i bambini e i ragazzi esclusi può cambiare la rotta. Un piano nazionale che veda i sindaci protagonisti nell’attivare progetti didattici e inclusivi prima di settembre, coinvolgendo spazi e monitoraggio delle scuole per costruire reti di comunità educanti adatta a sottrarre ossigeno alla criminalità organizzata, il degrado, la violenza puntando sulla forza e il potenziale delle nuove generazioni”, aggiunge il portavoce.

“Il mio impegno è e sarà sempre il massimo su questo fronte ma dovremmo essere moltitudine, milioni di cittadini che remano nella stessa direzione, tutti ad occuparci dell’unico potenziale in grado di risollevarci davvero, il potenziale delle future generazioni”, si conclude il post.

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”