Gallo (M5S): meno alunni per classe, didattica a distanza strutturale e all’aperto

Stampa

Meno alunni per classe, didattica a distanza strutturale e didattica all’aperto: su questo bisogna puntare secondo il presidente della Commissione Istruzione e Cultura della Camera, Luigi Gallo (M5S).

Sulla fine dell’anno scolastico sono aperti tutti gli scenari: il decreto scuola – spiega Gallo all’Ansa – dà la possibilità di tenere conto dei vari scenari, a seconda se bisogna ancora evitare la presenza a scuola o se inizia la cosiddetta fase due in cui gradualmente si riprendono parzialmente le attività; non possiamo dare ancora nessuna risposta definitiva.

Il ministro Azzolina è riuscita ad evitare una riduzione del personale della scuola nonostante la diminuzione del numero di alunni, ora serve una riforma per ospitare meno alunni per classe e serve una didattica digitale più strutturale, perchè anche se non sostituirà mai la didattica classica, da ora in poi accompagnerà il vissuto della nostra scuola. Va aggiunta l’innovazione della didattica all’aperto: c’è già una rete di scuole che lavora in questo modo, ha come capofila una scuola di Bologna; ci possono essere occasioni, con l’opportuna sicurezza, per cui i ragazzi possono fare moduli di apprendimenti anche all’esterno della scuola”. Gallo spiega infine che la Commissione ha messo a punto una indagine sull’innovazione didattica – verrà completata a breve – che mostra come il settore della scuola, al di là di quel che spesso appare, sia in grande fermento.

Stampa

Eurosofia: 5 nuovi preziosi webinar formativi gratuiti per i concorsi scuola e sul nuovo Pei. Non perderteli. Registrati ora