Gallo (M5S), finalmente giusto riconoscimento a letteratura del sud nella scuola superiore

“Grazie all’impegno del MoVimento 5 Stelle, gli esponenti della letteratura italiana del Mezzogiorno trovano finalmente il loro giusto riconoscimento anche nella scuola italiana.

Prima di lasciare l’incarico, l’ex ministro Lorenzo Fioramonti ha dato infatti l’input per la correzione delle Indicazioni nazionali per i licei, che non citavano alcun poeta o scrittore meridionale tra i 17 del Novecento elencati. La nuova circolare del Miur fa ora esplicito riferimento ad autori “nati in regioni del Sud Italia” e anche ad autrici italiane finora “non adeguatamente rappresentati”. Anche le Olimpiadi di italiano e le Giornate della lingua, che ogni anno coinvolgono migliaia di studenti, potranno avere come oggetto brani di autori del Mezzogiorno.

Dopo anni di battaglie l’Italia è finalmente riunita nella cultura e nel messaggio importante che arriva da questa scelta. Gli studenti potranno entrare in contatto con l’opera di autori come il premio Nobel Salvatore Quasimodo, Alfonso Gatto, Rocco Scotellaro, Leonardo Sciascia, Matilde Serao, solo per citarne alcuni.

Dopo anni di insistenza, fin da quando eravamo all’opposizione nella passata legislatura, offriamo al Paese e soprattutto ai più giovani un messaggio unificante che prende atto del grande patrimonio letterario a disposizione degli italiani”. Così il presidente della commissione Cultura della Camera Luigi Gallo, portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste