Gallo (M5S): famiglie conosceranno come le scuole spendono i loro “contributi volontari”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il nuovo Regolamento amministrativo-contabile, come riferito, è stato pubblicato in gazzetta ufficiale. 

Tra le novità quella relativa al contributo volontario delle famiglie, relativamente al quale le scuole devono indicare, nella relazione illustrativa che accompagna il Programma annuale, le risorse ricevute dai genitori e la loro destinazione.

Ne abbiamo parlato in Contributo volontario famiglie, novità: ci sarà più trasparenza. Ecco perché

Sull’argomento è intervenuto il Presidente della VII Commissione Cultura della Camera, Luigi Gallo (M5S) tramite un post su FB:

Tra pochi mesi, le famiglie italiane potranno sapere come le scuole spendono i loro “contributi volontari”. E in futuro i bilanci degli istituti verranno pubblicati sul web. 
Ho fatto in 5 anni numerose battaglie per evitare che i genitori diventassero bancomat illegittimi e il diritto costituzionale allo studio e alla sua gratuità fosse garantito presentando risoluzioni e mozioni parlamentari.
Ieri il ministero dell’Istruzione ha emanato un nuovo Regolamento amministrativo-contabile delle scuole, documento che sostituisce il vecchio regolamento del 2001, ormai superato, e che è improntato su due principi: maggiore chiarezza e trasparenza, semplificazione ed efficienza della spesa.

Il regolamento entrerà in vigore dal prossimo primo gennaio e finalmente i genitori potranno monitorare la spesa dei loro soldi che devono sostenere solo attività aggiuntive della scuola mentre quelle ordinarie dovranno restare gratuite. 
Un altro motivo per esultare per il cambiamento e per il ritorno della normalità nel nostro Paese

Versione stampabile
anief
soloformazione