Gallo (M5S), auguri a Lucia Azzolina: diamo più dignità ai docenti, più laureati e stop a povertà educativa

Stampa

Il Presidente della VII commissione cultura alla Camera interviene sulla sua pagina FaceBook facendo gli auguri al neo Ministro Azzolina e indicando alcune priorità.

Mentre tutti sono concentrati sui dettagli, sugli scenari che mai si avverano ed ogni giorno cambiano in questo mondo comunicativo pazzo vorrei tornare a parlare di fatti, numeri e temi concreti per tutti noi. Lo devo ai miei figli che vedono il loro padre impegnato tutti i giorni, che sta tanti giorni lontano dalla famiglia a Roma, e per me sarebbe inspiegabile giustificare la mia assenza e il mio impegno a mio figlio di 6 anni se non affrontassi temi concreti che tentano di migliorare la loro vita quotidiana di tutti i giorni e del futuro di questo Paese.

Al Paese dobbiamo delle risposte per 1,2 milioni di bambini in povertà educativa. La prima risposta la diamo con gli investimenti sugli asili nido in questa manovra ma è ancora una goccia nel mare, stiamo parlando dei talenti che questo Paese rischia di soffocare in culla.

Al Paese dobbiamo delle risposte alle future generazioni aumentando il numero dei laureati e quindi della capacità di sviluppo di un’intera nazione e lo facciamo abbassando le tasse universitarie, riformando il numero chiuso, ricucendo la frattura tra scuola e università, innovando con tecnologia e digitalizzazione e portando scuola ed università ad affacciarsi nel mondo delle città che le circondano abbattendo muri di cinta e promuovendo contaminazioni tra società e luoghi della conoscenza.

Al Paese dobbiamo ridare dignità ai docenti, ai ricercatori, ai professori universitari e a tutti i lavoratori del comparto e allo stesso tempo tutto il comparto deve abbandonare egoismi, personalismi e battaglie di categorie e potere che guardano al proprio ombelico e non sono rivolti al bene comune perchè non sempre il bene personale corrisponde con il bene comune e tutti noi, cittadini di questa nazione, dovremmo iniziare a scrivere questa semplice regola nelle nostre menti e nei nostri cuori.

Tutto questo lo fai con le risorse non con le chiacchiere e neanche con le buone intenzioni. Ripeto, non possiamo più mettere la testa sotto la sabbia anche perchè il parlamento può giocare la partita delle proposte e ce ne sono tante ferme in attesa di risorse, ma sono i vertici di governo a dover giocare la partita delle risorse.

N.B. In bocca al lupo al nuovo Ministro Lucia Azzolina per la Scuola e al Ministro di Università e Ricerca Gaetano Manfredi e sperando che si facciano carico di queste enormi emergenze per il Paese

Azzolina diventa Ministro, ad annunciarlo Conte durante la conferenza stampa di fine anno

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione