Gallo (M5S): al via iter abolizione numero chiuso università

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’Onorevole Luigi Gallo (M5S), presidente della Commissione Cultura della Camera, insieme ad un altro componente della medesima, l’onorevole Tuzi (M5S), è intervenuto, con un video su FB, sulla questione del numero chiuso all’Università, nello specifico, per la facoltà di Medicina. 

Calendario Commissione Cultura

Gallo ha annunciato che è stato approvato il calendario dei lavori della Commissione Cultura della prossima settimana, nel corso della quale si avvierà la discussione sul superamento del numero chiuso all’Università.

L’iter prevede più proposte legge da esaminare e diverse audizioni per ascoltare tutte le parti coinvolte.

Pochi laureati

Il presidente Gallo ha poi ricordato che il nostro Paese si posiziona al penultimo posto in Europa riguardo al numero di laureati.

Per affrontare e superare il problema vi sono diverse misure da intraprendere, quali ad esempio:

  • l’abbassamento delle tasse
  • il superamento numero chiuso
  • la digitalizzazione percorsi didattici

Nel succitato video, i due Onorevoli focalizzano il loro intervento sul numero chiuso in Medicina.

Medicina

Il problema del numero chiuso è avvertito, in particolar modo, per la facoltà di Medicina, considerato il numero di laureati e di specializzati.

Il numero chiuso, dunque, va superato non soltanto in ingresso, ma anche in uscita ossia per la specializzazione.

Numero chiuso in uscita

L’Onorevole Tuzi, che è anche un medico, ha evidenziato la situazione relativa al numero di specializzati dopo la laurea, riportando i dati dello scorso anno: i posti disponibili per le specializzazioni erano circa 7000, mentre il numero di partecipanti oltre 16.000.

Il problema, prosegue Tuzi, sarà avvertito maggiormente nei prossimi anni, quando vi saranno circa 31.000 nuovi specializzati, mentre il numero di pensionati si aggirerà intorno alle 45.000 unità. Pertanto, si dovrà provvedere a superare il gap che verrà a crearsi.

Tempistica

Al momento non è possibile fornire una tempistica precisa, in quanto il percorso sarà abbastanza lungo, come sottolineato dall’Onorevole Tuzi.

Il video:

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione