Gallo (M5S): a Pompei primo piano strategico di cultura diffusa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Attorno a Pompei nascerà il primo piano strategico di cultura diffusa di questo Governo, un modello che potrà fare scuola in tutto il mondo, oltre che in Italia. Grazie a una risoluzione approvata oggi in commissione Cultura, abbiamo impegnato l’esecutivo a rilanciare economicamente e socialmente l’intera zona circostante il sito archeologico di Pompei – la cosiddetta ‘buffer zone’ –, ricca di incredibili bellezze storiche, culturali e paesaggistiche”.

Lo afferma Luigi Gallo, deputato del MoVimento 5 Stelle e primo firmatario della risoluzione, approvata oggi in commissione Cultura alla Camera, per creare il “Grande Distretto Bellezza Pompei”.

“Con il precedente Governo, i Comuni della ‘buffer zone’ rischiavano di rimanere al margine del progetto di valorizzazione, mentre veniva alimentato il classico turismo ‘mordi e fuggi’. Noi, al contrario, puntiamo a un turismo diffuso e innovativo: percorsi culturali ‘tematici’ in tutta l’area, rilancio del trasporto locale e promozione della mobilità a impatto zero, ristrutturazione delle ville storiche, digitalizzazione di tutti i beni culturali”, prosegue Gallo.

“Inoltre, abbiamo impegnato il Governo a ridiscutere il progetto dell’hub ferroviario di Pompei Scavi voluto dal PD. Piuttosto che il solito centro commerciale con parcheggio, che avrebbe dirottato i turisti verso un unico polo di attrazione, diamo vita a un modello di rigenerazione urbana e tutela ambientale di cui beneficeranno tanto i visitatori quanto le comunità locali”, conclude il portavoce del MoVimento 5 Stelle.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione